Cerca

Draghi: un problema banche

troppo grandi per fallire

Draghi: un problema banche
 «Le istituzioni finanziarie 'too-big-to-fail'» e cioè troppo grandi per fallire, con rischi sistemici, «sono un grande problema che sta peggiorando, con ripercussioni a livello di 'moral hazard' e di competitività dell'industria che sta diventando ancora più concentrata di quanto fosse prima della crisi». Lo ha detto il Governatore di Banca d'Italia e presidente dell'Fsb, Mario Draghi, intervenendo a un convegno finanziario, organizzato dal Wsj. «Nei prossimi cinque anni il debito pubblico e privato in scadenza nel mondo avrà un volume enorme» e questo rappresenta un rischio. Secondo Draghi, rispondendo a una domanda sul futuro e sul rischio Grecia, «se per qualsiasi ragione i tassi di interesse dovessero tornare a salire prima che i bilanci delle banche siano a posto», e «possono farlo per motivi di politica monetaria e perchè il tempo per il risanamento dei conti durerà degli anni», allora «sarà da preoccuparsi». «In questo caso - conclude - vedremo il rischio per i debiti degli Stati che si materializzera».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog