Cerca

Ferrovie, aumentano i prezzi

Moretti spiega: "Nuovi servizi"

Ferrovie, aumentano i prezzi
Non è ancora entrato in vigore, ma ha già suscitato discussioni e polemiche. L’orario delle Ferrovie, il primo con la linea alta velocità completata, da Torino a Salerno, cambia da domenica 13 dicembre. Sono tante le novità e non tutte accolte bene. Taglio dei tempi di percorrenza e corse più frequenti: Roma-Milano in meno di tre ore, 37 minuti Firenze-Bologna. Ma nel mirino dei consumatori ci sono i rincari dei biglietti, dal 10 al 15%, secondo Adiconsum, che dice: «Ok se legati al miglioramento del servizio, deciso no invece se ricadranno anche sul resto dell'offerta». L'aumento medio «in seconda classe sarà del 17,8% - denuncia l'Adoc - circa 17 euro in più. Penalizzate le fasce più povere e i cittadini del Sud, che subiscono i rincari maggiori pur non usufruendo di migliori e più efficienti servizi».
Dal 13 dicembre, un biglietto di seconda classe Milano-Roma passa da 75,10 euro a 89 euro. In prima invece lo stesso viaggio costerà 109 euro invece degli attuali 103,60. Milano-Bologna 41 euro in seconda classe, invece di 37,10 euro costo attuale: in prima 56 euro (da 53,20). Bologna-Firenze, 24 euro in seconda classe invece di 18,10 euro se si parte entro il 12 dicembre, 26 euro in prima, invece delle 24,70 attuali. Lecce-Milano in prima 122 (da 110,20), in seconda 88 euro (da 79,80). Roma-Venezia in seconda 73 euro (invece di 61,80); in prima 94 (invece di 89,30). Napoli-Torino in seconda 137 (da 107,40), in prima classe 168 (da 149,20).
La replica di Fs non tarda ad arrivare: «Si tratta di aumenti relativi al miglioramento del servizio Alta velocità, con un forte taglio ai tempi di percorrenza e con un aumento della frequenza di corse. Con il nuovo orario cresce e si velocizza l'offerta Frecciarossa». E l'amministratore delegato di Fs, Mauro Moretti, ribadisce: «Non si tratta di nuovi aumenti, ma di nuovi prezzi per nuovi servizi, sia per l'Alta Velocità che per i servizi al mercato». Secondo Trenitalia, i benefici del nuovo orario, «grazie a un sistema di collegamenti Eurostar City, Intercity e Regionali sempre più integrati con la rete Av e con i suoi hub ferroviari, saranno estesi anche alle aree non direttamente toccate dal sistema veloce». L'orario sarà valido fino al 12 giugno 2010.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gbbonzanini

    16 Dicembre 2009 - 18:06

    meno male. Anche i prezzi degli abbonamenti dei pendolari sono aumentati, il servizio peggiora sempre più, ritardi, sporcizia, maleducazione del personale sono all'ordine del giorno. Non è che anzichè maggiori servizi, intendevate maggiori disservizi?

    Report

    Rispondi

blog