Cerca

Istat, disoccupazione al 8,2%

Calo peggiore dal 1992

Istat, disoccupazione al 8,2%
A ottobre il tasso di disoccupazione ha raggiunto l'8,2%, il dato peggiore da aprile 2004. Lo rileva l'Istat che ha rivisto al rialzo il dato diffuso nelle scorse settimane (8%). I disoccupati nel mese erano quindi 2.039.000. L'occupazione è diminuita nel terzo trimestre di 508.000 unità rispetto allo stesso periodo del 2008 (-2,2%), mentre ha perso 120.000 unità rispetto al secondo trimestre del 2009. È il calo peggiore dal '92, anno di inizio delle serie storiche, e che 386.000 posti sono stati persi nell'industria. Cala ovviamente il tasso di occupazione dal 59% al 57,5%. E’ il “quinto consecutivo arretramento tendenziale”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ghorio

    17 Dicembre 2009 - 13:01

    La questione della disoccupazione, con il dato preoccupante, non è nuova. Il dato Istat stigmatizza un problema al quale viene data poca attenzione sia sui giornali che nei dibattiti politici, anche prima della riprovevole aggressione al premier Berlusconi. Evidentemente risolvere il problema dell'occupazione non è tra le priorità del governo. Questa è una domanda che farei volentieri ai ministri Tremonti e Sacconi. Come si legge nei libri di storia, dopo la guerra ultima e la conseguente ricostruzione dell'Italia furono creati i cantieri-scuola per arginare la diso ccupazione, ma adesso mi pare che si faccia poco, in una situazione di crisi economica. La mia speranza è che almeno il problema sia al centro della stampa, in particolare della stampa di centrodestra, alla quale mi riconosco. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

blog