Cerca

Consumi, arriva la stangata

596 euro a famiglia nel 2010

Consumi, arriva la stangata
Seicento euro a famiglia. Insieme al nuovo anno per gli italiani è in arrivo una bella ‘stangata’: lo denunciano le associazioni dei consumatori Adusbef e Federconsumatori, che parlano di "una ministangata governativa". "Non è vero - sostengono - che la Finanziaria appena approvata non abbia aumentato le tasse, come hanno affermato il ministro Tremonti e il presidente del Consiglio Berlusconi, perché ci sono circa 120 euro di nuovi balzelli che graveranno sulle spalle di ogni famiglia".

Tra questi, le due associazioni citano le "anticipazioni tariffarie di 3 euro a passeggero su ogni singolo biglietto aereo a favore dei gestori aeroportuali", oltre al "contributo unificato pari a 103,3 euro a carico dei lavoratori licenziati che fanno ricorso in Cassazione" e ai circa 38 euro "a carico di quei cittadini che 'osano' fare ricorso" contro le multe per alta velocità (autovelox). "A questa ministangata governativa - commentano i presidenti delle due associazioni, Elio Lannutti e Rosario Trefiletti - bisogna aggiungere rincari per 30 euro di gas, 130 di assicurazione auto (rca), 18 euro per servizi idrici, 35 euro per la Tarsu (tassa rifiuti solidi urbani), 30 euro di aumenti dei servizi bancari, 80 euro per i mutui a causa degli aumenti dello spread applicato dalle banche, 65 euro per gli aumenti dei biglietti dei treni e 90 euro (su base annua) per i costi dei carburanti". Secondo le stime delle due associazioni dei consumatori, dunque, da gennaio 2010 peseranno sulle spalle degli italiani rincari complessivi per circa 596 euro.

Secca la smentita del viceministro dell’Economia Giuseppe Vegas, il quale esclude che la finanziaria 2010 porterà una stangata per gli italiani. "È assolutamente pretestuoso - dice Vegas - affermare che la legge finanziaria comporterà una stangata per i cittadini, come dicono alcune organizzazioni di consumatori (i cui leader sono esponenti dell’opposizione, angolo Idv). La legge finanziaria non ha introdotto alcuna tassa. Ed il governo ha previsto, con il decreto mille-proroghe, il blocco delle tariffe. Con buona pace di tutti, quindi, a gennaio non scatterà nessun aumento. Gli unici previsti dalla finanziaria sono quelli relativi ai biglietti aerei, ma agganciati ai piani di sviluppo degli aeroporti non ancora presentati. In più, dei presunti 600 euro di stangata, un terzo sarebbe determinato - secondo le organizzazioni dei consumatori - da ipotetici aumenti di mercato: da quello finanziario a quello del petrolio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rocc

    28 Dicembre 2009 - 09:09

    all'inizio anch'io credevo ai vari Rienzi, Lannutti, Trefiletti, ma poi ho scoperto che: per iscriversi alle associazioni dei consumatori prima bisogna pagare; tali associazioni ricevono grossi cointributi dal governo, mi sembra ogni anno almeno 500.000 euro a testa, ma forse di più (e poi parlano male del governo, ovviamente se di centrodestra); Lannutti è senatore dell'Idv, e ovviamente parla come Di Pietro; Rienzi spesso è intervistato da Striscia la notizia, trasmissione che a rigore apparterrebbe a Berlusconi ma sberleffa sempre il Cavaliere: Rienzi comunque fa l'antigovernativo; chi ha scritto l'articolo su Libero lo fa in modo del tutto acritico: strano per un giornale come Libero; tali associazioni se la prendono sempre con il governo nazionale, anche quando l'aumento non è per colpa del governo (non che io voglia difendere il governo, ma la verità si); e potrei continuare....

    Report

    Rispondi

  • pidmont

    28 Dicembre 2009 - 09:09

    essendo ormai purtroppo abituati al solito ballo di dichiarazioni e smentite e siccome la verita' sta sempre nel mezzo,prepariamoci all'ennesimo calo di braghe del povero pantalone.C'e' solo una verita' inconfutabile:le sfacciate promesse elettorali sono ogni volta di piu' una presa per il c.....il risultato e' che la classe dirigente e' sempre piu' ricca e il popolo e' sempre piu' povero.....sino a quando?

    Report

    Rispondi

  • micael44

    28 Dicembre 2009 - 09:09

    In Italia l'unica cosa che aumenta è la stupidità di questa gentaglia schierata che non fa altro che spaventare le menti deboli con catastrofismi che coprono il loro odio contro qualsiasi Autorità diversa o avversa alla loro! Per fortuna la stragrande maggioranza degli italiani ragiona con la propria testa!!

    Report

    Rispondi

blog