Cerca

Deficit , il Pil s'impenna

Tasso di disoccupazione all'8,3%

Deficit , il Pil  s'impenna
Il deficit del Pil impenna nei primi nove mesi del 2009. Quasi un raddoppio rispetto al 2008. A comunicarlo è  l'Istat: l'indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è stato del 5,2%, contro il 2,8% di gennaio-settembre del 2008. Solo nel terzo trimestre dell'anno scorso, aggiunge l'istituto di statistica, il disavanzo pubblico è stato pari al 3,3%, più che raddoppiato rispetto all'1,3% dello stesso periodo del 2008.

Il tasso di disoccupazione a novembre ha raggiunto l'8,3%, il dato più alto da aprile 2004.  L'Istat, ricorda che a novembre 2008 il tasso di disoccupazione si era attestato al 7,1%. Le persone in cerca di occupazione nel mese erano 2.079.000, cioè 313.000 in più rispetto ad un anno prima e 30.000 in più rispetto ad ottobre.

Nel terzo trimestre 2009, le uscite totali sono aumentate del 2,3% tendenziale (+4,1% nello stesso periodo 2008) e in nove mesi del 2,7% (+5,5% nel 2008). Le spese correnti sono cresciute dell'1,9% e in nove mesi del 2,2% su anno. Le entrate totali, invece, sono diminuite del 2,1% tendenziale (+2,2% nello stesso trimestre 2008) e in nove mesi del 2,4% (+1,7% nel 2008). Le sole entrate correnti sono scese del 2,5% nel trimestre considerato e nei nove mesi del 3,7%.

L'Istat sottolinea che nei primi 9 mesi del 2009 il saldo primario è risultati negativo per lo 0,8% (+2,3% il saldo primario nei primi 9 mesi del 2008). Nel terzo trimestre il saldo primario è invece risultato positivo e pari a 2.244 milioni di euro con un'incidenza positiva sul pil dello 0,6%.

Nel terzo trimestre 2009 il saldo corrente (risparmio) è risultato negativo e pari a 940 milioni di euro contro il valore positivo di 6.499 milioni di euro nello stesso trimestre del 2008.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bertrand

    08 Gennaio 2010 - 15:03

    Deficit al 5,2%, disoccupazione all'8,3%, saldo primario negativo. A queste buone notizie c'è da aggiungere quella di ieri: cassa integrazione +311%. Qual'è la priorità in questa situazione? Ovviamente la giustizia, ovvero, detto in parole più semplici, i processi del cavaliere. Exultamus laetitia.

    Report

    Rispondi

blog