Cerca

Per pagare le tasse lavoreremo un giorno in più

Nel 2010 gli italiani lavoreranno 4 ore al giorno per il Fisco

Per pagare le tasse lavoreremo un giorno in più
Nel 2010, per pagare le tasse bisognerà lavorare un giorno in più e la “libertà tributaria” arriverà solo il 23 giugno dopo 173 giornate.
Quest'anno, inoltre, gli italiani lavoreranno 4 ore al giorno per il Fisco. Secondo la classifica, che parte dal 1990, è «quasi un record storico. Solo nel 2000 era andata peggio».
La retribuzione è salita, ma è aumentata anche l'incidenza dell'Irpef, perché gli aumenti in busta paga vengono tassati tutti con l'aliquota marginale più elevata, quindi lo spostamento in avanti del giorno di liberazione fiscale è un fatto fisiologico.
Il 2010 potrebbe comunque migliorare, se verrà varato almeno un anticipo di riforma fiscale, tornando almeno alla alla curva Irpef degli anni 2001-2006.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gitex

    18 Gennaio 2010 - 19:07

    una novità; il giorno che lavoreremo un giorno in meno pioverà ininterrottamente per una settimana e farà miliardi di euro di danni.

    Report

    Rispondi

  • bertrand

    18 Gennaio 2010 - 17:05

    Come ha detto Tremonti nella lunga intervista al Sole 24 ore di oggi, le riforme fiscali possono dar luogo a curve Irpef " di centro", "borghesi" e "proletarie". Se si fa il confronto fra la curva IRPEF 2006 (Tremonti) e quella e del 2007 (Visco) si vede come quest'ultima sia più pesante della precedente per i redditi oltre i 35000 Euro l'anno e più leggera al disotto di tale soglia. Siccome la gran parte dei contribuenti italiani sta al di sotto di tale fascia di reddito non credo che farebbero un affare con il ripristino della curva "Tremonti".

    Report

    Rispondi

  • churchill

    18 Gennaio 2010 - 15:03

    Questa storia del giorno della libertà tributaria è cosa banale e falsa nella stessa misura. Ottima come propagandina per liberali senza studio, non certifica nulla, se non il potere illusionistico della statistica. In estrema sintesi: non c'è solo il dare ma anche l'avere.

    Report

    Rispondi

  • bruggero

    18 Gennaio 2010 - 13:01

    tanto non importa a nessuno! all'occorrenza i nostri paladini-parlamentari, provvederanno ad adeguare le loro entrate, ovviamente per alzata di mano, al reale costo della vita, che non è , sicuramente, quello riconosciuto ai pensionati. votate, italiani, votate!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog