Cerca

Buvette del Senato, prezzi ritoccati all'insù

Ma sono un'inezia rispetto a quelli dei bar normali

Buvette del Senato, prezzi ritoccati all'insù
La buvette del Senato cambia gestione e i prezzi salgono all'insù. La Gemeaz Cusin spa ha preso in gestione la caffetteria di Palazzo Madama da questa settimana ed i prezzi sono aumentati. Il caffè è passato da 50 a 70 centesimi, il primo costa ora 2euro e 50, il secondo 3 euro e 35, un litro d’acqua 1 euro, una spremuta d’arancio 1 euro e 55, una birra 2 euro e 30, un aperitivo è passato da 1 euro e 40 a 1 euro e 55. E pensare che un caffè preso al bar sotto casa per chi non lavora a Palazzo Madama costa dai 75 centesimi all'euro pulito pulito.  Per non parlare del costo degli aperitivi, decisamente superiore: per meno di cinque euro non si esce nemmeno di casa.
Insomma, i prezzi al Senato saranno stati ritoccati, ma c'è da scommettere che le tasche di chi lavora lì non ne sentiranno granché il peso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • onoroia

    03 Febbraio 2010 - 22:10

    sfortunatamente anche x gli onorevoli aumenteranno le spese x il caffè. visto il magro stipendio che percepiscono, mi auguro che non si facciano un aumento. pensino allo 0,7 % accordato ai pensionati. sicuramente con il mio voto nessuno andrà più a bersi il caffè scontato alla buvette, ma loro se ne fregano di ciò che pensa la gente.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    02 Febbraio 2010 - 23:11

    Ci sono cose che accomunano tutti,senza alcuna distinzione partitica. Ce ne sia uno,uno solo in contrapposizione?! Alla buvette sono amici esemplari,noi non abbiamo facoltà di vederli.Rispecchiano esattamente quel cartone animato di W. Disney,ove il lupo,il cane ed il gregge sono tutti assieme; terminata la pausa pranzo,timbrano il catellino ed ognuno assume il proprio ruolo.

    Report

    Rispondi

  • dariorubes

    02 Febbraio 2010 - 18:06

    Che ingiustizia, quando la smetteranno di colpire questi poveri cristi che col loro stipendio non riescono ad arrivare a fine mese?

    Report

    Rispondi

  • semovente

    02 Febbraio 2010 - 17:05

    Sono o no dei privilegiati? Quindi non c' è niente da commentare. Per il popolo bue, continuare a pagare adeguatamente, punto e basta!

    Report

    Rispondi

blog