Cerca

Fiat, da oggi la cassa integrazione

Trentamila addetti fermi per due settimane

Fiat, da oggi la cassa integrazione
Scatta oggi la cassa integrazione per 30mila dipendenti Fiat. Il provvedimento interessa tutti gli stabilimenti del gruppo in Italia, che resteranno fermi per due settimane, come annunciato lo scorso 26 gennaio dall'azienda.

Domanda in calo
- La decisione è stata presa per adeguare i livelli produttivi alla domanda. Secondo i dati dell'Unrae, l'associazione dei costruttori esteri, a gennaio e nella prima decade di febbraio la raccolta degli ordini nel mercato italiano ha subìto un calo di oltre il 50% rispetto al quarto trimestre del 2009, ultimo periodo nel quale erano in vigore gli incentivi al settore automobilistico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • a.trunfio

    22 Febbraio 2010 - 20:08

    in perfetto stile Statalista e impeccabile tempismo !!! Gli operai dovrebbero chiedere una sola cosa al governo : riduzione delle tasse a zero per 5 anni, almeno. Invece rimbecilliti da sindacati, politici e parassiti vari, chiedono agli altri cittadini di pagare loro un sussidio che avrà un unico effetto : renderà ancora + povero e miserevole questo paese, aggiungendo altri cassaintegrati, disoccupati, precari all'esercito ormai numeroso. Margareth Tatcher usava dire : "il male dello statalismo è che, prima o poi, i soldi degli altri finiscono". AMEN

    Report

    Rispondi

  • ilcantodelgrillo

    22 Febbraio 2010 - 14:02

    Sono piu' frequeti i provvedimenti antismog : circolazione auto ferna, chiuso il centro storico, targhe alterne. Domanda non è demenziale produrre ancora auto o si debbono produrre tott court per dare posti di lavoro che servono solo per uccidere il benessere?. Basta i metalmeccanici vadano in agreicoltura si ritorni alla coltivazione del grano delle pannocchie e dell'avena nonchè le patate che chi mangia patate non muore mai! Trovo demenziale la politica del posto di lavoro forzato. Oramai l'industria di autoveicoli funziona come il cane che si morde la cosa : si produce ma si inquina. Cosa vogliamo per i nostri figli un mondo di copertoni da mangiare? L?italia ha voluto fare il passo piu' lungo della propria gamba si sono lasciate le terre per le officine : è ora di cambiare rotta anche con uno stipendio inferiore ( ma questo non si sa) occorre diventare fisiocratici. Per la salvezza dell'umanintà : mettete patate nelle vostre chiavi inglesi. e Affanculo a tutti

    Report

    Rispondi

blog