Cerca

Paradisi fiscali, duemila contribuenti indagati

Due miliardi di euro trasferiti all'estero tra il 2007 e il 2008

7
Paradisi fiscali, duemila contribuenti indagati
Una nuova operazione contro l’evasione fiscale investe oltre duemila contribuenti. Dalle indagini dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza è emerso un buco di circa due miliardi di euro, trasferiti all’estero tra il 2007 e il 2008.

Obiettivo dell’operazione è quindi recuperare le grosse somme di denaro scovate nei paradisi fiscali. Gravi conseguenze attendono i contribuenti che non saranno in grado di dimostrare la regolarità dei movimenti scoperti, quasi tutti residenti in Lombardia, Lazio, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte. Unica Regione virtuosa del Nord è la Valle d'Aosta.

L’operazione è condotta congiuntamente dai Reparti speciali della Guardia di Finanza e dalla nuova task force contro l'evasione fiscale internazionale dell'Agenzia delle Entrate.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dubhe2003

    02 Marzo 2010 - 19:07

    Ora,lo scudo è scaduto e se ci sono 2000 indagati,sarà interessantissimo sapere,quanti e quali soggetti fiscali hanno evaso i loro proventi.Sperando si continui a dare loro la caccia,prepariamoci a conoscere i nominativi,che non saranno certo dei capifamiglia a reddito fisso,con prelievo d'imposta alla fonte.

    Report

    Rispondi

  • gitex

    27 Febbraio 2010 - 20:08

    gli evasori non finiranno in galera, avranno sempre buon gioco ad evadere; tanto poi pagano una tantum..........

    Report

    Rispondi

  • r2

    27 Febbraio 2010 - 11:11

    che con qualcuno sono usciti, sti capitali, con qualcun altro sono rientrati spontaneamente e, sempre con qualcun altro, anche scovati e adesso mazzolati ben bene perchè lo scudo non c'è più. Poi vedremo le prossime ma per il momento è così. Saluti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media