Cerca

Tremonti, "Assicureremo sostegno alle famiglie"

Tra gli obiettivi della politica fiscale lotta all'evasione e controlli all'Iva

Tremonti, "Assicureremo sostegno alle famiglie"

“Assicureremo misure di sostegno alle famiglie, necessarie al proseguimento del mantenimento della capacità d'acquisto”. È questo l’impegno del ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, a favore della ripresa economica nella bozza dell’"Atto di indirizzo per il conseguimento degli obiettivi di politica fiscale per gli anni 2010-2012". Nel testo si sottolinea la necessità di sostenere la produttività del lavoro e di avere un "particolare riguardo all'imprenditoria giovanile e femminile". Vengono annunciate inoltre "ulteriori misure" per semplificare gli adempimenti e assicurare la liquidità alle imprese medie e piccole.

Lotta all'evasione - Un altro punto fermo nella politica fiscale del biennio sarà la lotta all’evasione. A tal proposito Tremonti spiega che "le dimensioni internazionali che progressivamente assumono i fenomeni evasivi rendono necessario intensificare l'attività di controllo nei confronti degli italiani residenti stabilmente all'estero". Nell'azione ci sarà "particolare riguardo" per i "soggetti societari che hanno la propria sede o quella di società controllate/collegate in Paesi a fiscalità privilegiata o che intrattengono rapporti commerciali con soggetti ivi aventi sede".

Contro le frodi Iva - Tra gli obiettivi definiti nell'Atto figura infine la “definizione di specifici piani operativi e di metodologie di prevenzione e contrasto dei fenomeni fraudolenti in materia di Iva nazionale e comunitaria”. Aumenteranno i controlli sui grandi contribuenti e  “gli accertamenti con determinazione sintetica del reddito”, il cosiddetto “redditometro”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • natiliberi

    22 Maggio 2010 - 02:02

    "ulteriori misure" per semplificare adempimenti e assicurare la liquidità alle imprese medie e piccole? Caro Ministro, speriamo che questa volta ce la possa fare!.. Finora, nonostante il Suo impegno precedente, le Signore Banche hanno continuano a revocare fidi di cassa e di liquidità..compreso il mio. Non mi resta che sperare nel sostegno alle famiglie! Saluti e buon lavoro.

    Report

    Rispondi

  • rosastella

    10 Marzo 2010 - 14:02

    EGREGIO MINISTRO TREMONTI,NULLA DA OBIETTARE PE QUEL CHE RIGUARDA IL SUO OPERATO,SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE VA BENE,CASSA INTEGRAZIONE PER I DIPENDENTI VA BENE,PIANO CASA VA BENE,TANTE BELLE COSE CHE VANNO BENE, MA!, MI PERMETTA,ASSICURARE LIQUIDITA' ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE,TASTO DOLENTE, LE BANCHE CHIUDONO I CONTI, RESTRINGONO I FIDI,LE INSOLVENZE SONO ALL'ORDINE DEL GIORNO, (NE APROFITTANO ANCHE CHI POTREBBE PAGARE, TANTO C'E LA CRISI TI DICONO)NON RIUSCIAMO AD ONORARE I PAGAMENTI DELL'IVA,DEI CONTRIBUTI SOCIALI,L'INSOLVENZA CI PORTA A ESTREME SOLUZIONI, PURTROPPO. LA MIA PUR MODESTA SOLUZIONE L'NTRAVVEDO CON DELLE FORSE BANALI MISURE, OBBLIGARE (COSA CHE LEI NON PUO' FARE ) LE BANCHE AD ESSERE PIU' ELASTICHE, DARE CREDITO, QUEL POCO CHE BASTA PER SUPERARE QUESTO PERIODO DI TRANZIONE,A QUELLE IMPRESE CAPITALIZZATE, PERCHE SE LO SONO, VUOL DIRE CHE HANNO CREDUTO NELLA LORO ATTIVITA', E FAR MORIRE QUELLA TIPOLOGIA DI IMPRESA ATTA SOLO A CREARE DANNI ALLE IMPRESE ONESTE. RENATO

    Report

    Rispondi

  • claudio66

    09 Marzo 2010 - 17:05

    e se io credo a questa poi ce ne raccontate un'altra per fabore^ mi sto divertendo un sacco-----altro che zelig !!!

    Report

    Rispondi

  • ovidioeduardomonaco

    09 Marzo 2010 - 16:04

    sicuramente siamo tutti d'accordo-. ma una volta che tutti pagheranno tutto, vi deciderete a tappare i buchi "numerosissimi" del vs. calderone (auto blu, enti inutili, appannaggi e privilegi, ecc.ecc.ecc.ecc.), per non parlare dei tanti ladri che sono nel quartiere "statale"-. cordialmente ovidio

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog