Cerca

Draghi: "La ripresa è fragile ovunque"

Il governatore di Bankitalia sulla crisi

Draghi: "La ripresa è fragile ovunque"
"La ripresa è disomogenea, debole in Europa, ancora fragile ovunque". Ad affermarlo è il governatore di Bankitalia, Mario Draghi, intervenuto al Parlamento europeo come presidente del Financial Stability Board.

Draghi avverte che "quasi tutte le banche sono sulla via di risolvere i problemi di finanziamento, ma i loro bilanci sono ancora esposti a elementi di fragilità legate soprattutto allo stato della ripresa economica". Nel mettere a punto le nuove regole sui requisiti di capitale delle banche "bisogna avere un tempo di transizione adeguato per non danneggiare la ripresa. Non dobbiamo permettere che le attuali situazioni di difficoltà incidano sulla definizione dei nuovi standard".

Con riferimento al lavoro che svolge l'Fsb, soprattutto sul principio del "too big to fail" (banche "troppo grandi per fallire"), il governatore ha spiegato che "il costo del fallimento potenziale di queste banche ricadrebbe su tutti, perché queste istituzioni sanno di essere troppo grandi per fallire e prendono più rischi, perché sanno che i governi non le abbandoneranno. Ecco perché i governi devono intervenire" per risolvere tale problema.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giovannib

    18 Marzo 2010 - 21:09

    noi Popolo di Santi, Navigatori e Poeti abbiamo grandi menti e grandi demagoghi sig. Draghi si guardi allo specchio per condurre Uomini e Mezzi bisogna lasciare a casa la demagogia e l'arroganza e dare gratuitamente agli altri le proprie capacità senza chiedere nulla in cambio. Questa è la grandezza dei GRANDI. Ci pensi Governatore. Un consiglio da un semplice cittadino.

    Report

    Rispondi

  • sconosciuto

    17 Marzo 2010 - 10:10

    Sinistri dai !!!!!! la colpa e di Berlusconi, anche in europa !!!

    Report

    Rispondi

blog