Cerca

All'asta Villa Altachiara di Portofino

Secondo indiscrezioni Berlusconi vorrebbe acquistare l'immobile in cui morì la contessa Vacca Agusta

All'asta Villa Altachiara di Portofino
Sarà venduta all'asta Villa Altachiara di Portofino, nota negli ultimi anni per la morte della contessa Francesca Vacca Agusta, precipitata dalla scogliera nel 2001. Lo ha deciso nei giorni scorsi il Tribunale di Chiavari. L'immobile è stato valutato 40 milioni di euro e il ricavato sarà utilizzato per saldare diversi crediti, tra cui quello di oltre 25 milioni del fisco italiano nei confronti di Maurizio Raggio, ex convivente della contessa e socio della Dmc, che è proprietaria della villa.
 
Berlusconi
- Villa Altachiara è da anni al centro di controversie legali e indiscrezioni, spesso infondate, sulla vendita. Nell'ottobre del 2008 l'erario aveva già fatto eseguire un pignoramento, nei confronti di Raggio,  di circa 600 lotti: furono prelevati quadri, mobili d'epoca, tappeti, argenteria e oggetti di antiquariato, per un ammontare complessivo di un milione di euro.
Tra le tante voci sulla vendita che circolano nel porticciolo ligure, la più insistente  vuole il premier Silvio Berlusconi come probabile acquirente del prestigioso immobile. Negli anni la villa ha ospitato personaggi come Bettino Craxi, Juan Carlos di Spagna e lo stesso presidente del Consiglio, almeno fino al 2001. Da quel momento, infatti, il Cavaliere si è accontentato della più modesta (solo nelle dimensioni) Villa Bonomi Bolchini.

L'immobile
- Articolata su tre livelli, in 30 stanze, mille metri quadri in tutto, con un parco di 35mila metri quadri affollato da querce, pini marittimi e palme, Villa Altachiara è circondata su tre lati dal mare. È accessibile da terra, dal mare e anche dal cielo, essendo dotata di eliporto.  Fu costruita a fine Ottocento per George Herbert, quinto conte di Carnarvon e barone Porchester di Highclere, l'egittologo che scoprì la tomba del faraone Tutankamen, e morì pochi mesi dopo, nel 1923.

La maledizione
- Secondo i superstiziosi, proprio dalla profanazione della tomba avrebbe origine una maledizione,che si è abbattutta sull'immobile. Così si spiegherebbero anche la morte di una giovane donna, parente diretta di lord Carnarvon, precipitata dalla scogliera, e il tragico episodio dell'8 gennaio 2001 quando Francesca Vacca Agusta precipitò in acqua, dopo avere ingerito alcol e psicofarmaci. Il suo corpo venne trovato tre settimane dopo su una spiaggia della Costa Azzurra Infine nel giugno 2006, Aronne, il bimbo allora di tre anni che Raggio ha avuto dalla moglie Rocio Saldivas, cadde da un balcone del primo piano, rompendosi un braccio e riportando un trauma cranico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gasparotto

    03 Aprile 2010 - 17:05

    Oh bella, ci manca anche la villa di Portofino per Berlusconi. Un lussuoso edificio su una pietraia vista mare, il cui fascino è solo quello di essere in un posto tanto decantato..perchè poi? Per il suo porticciolo? Le sue case?Le canzoni di Buscaglione e di Jonny Dorelli? Quella casa è vero, è maledetta, chi vi abita o la possiede perde la pace e la traquillità e forse anche la vita come la povera contessa, che contessa non era proprio. Difatti era Vacca. Mai si seppe come fosse precipitata dal dirupo finendo in fondo al mare.Si disse che fosse ubriaca e sporgendosi abbia perso l'equilibrio. Fu ritrovata sulle coste francesi, ma mai capii se la ricognizione del cadavere con relative analisi scientifiche comprovò che fosse il corpo della cantessa annegata. Ecco se Berlusconi la vuole comprare, consiglierei a Bersani e compagni di fare una colletta per invogliarlo.Solo così potrebbero toglierselo di torno, con la maledizione della villa.

    Report

    Rispondi

blog