Cerca

Contrordine Moody's: l'Italia va bene, è vaccinata

L'agenzia di rating si corregge: non siamo tra i Paesi a rischio. Adusbef annuncia una class action

Contrordine Moody's: l'Italia va bene, è vaccinata
Contrordine. L'Italia non va a picco. E non sarà trascinata giù per terra dalla crisi greca. Moody's dice anzi che abbiamo «Buona credibilità sui mercati». Intanto le speculazioni ci sono state, e miliardi sono bruciati nelle Borse.  Il passo indietro dell'agenzia getta un'ulteriore ombra sull'utilità -quantomeno- di questi report.  Oggi infatti Moody's dice che "L'Italia è vaccinata in questa situazione" di bassa crescita e alto debito pubblico che caratterizza tutti i Paesi dell’area euro per effetto della crisi economica globale.  "In questa situazione è bene essere bilanciati, anche se questo equilibrio è un po' fragile".  In questo momento l’Europa sta conoscendo un "fenomeno che in Italia siamo stati abituati a vedere" e che il nostro Paese è stato abituato a gestire nel passato. "Mai - ha osservato  l’analista del debito sovrano italiano dell’agenzia di rating Moody's, Alexander Kockerbeck - era stato così importante il controllo del debito pubblico in Europa". "L'Italia sembra essere  ben posizionata nel gestire questa situazione". 
Libero-news.itLibero-news.it

"Le agenzie di rating arrivano sempre dopo, come per i mutui subprime", ha detto Giuseppe Mussari, presidente di Mps.



Ma il danno ormai è stato fatto. Imbufalite le banche. "Le agenzie di rating arrivano sempre dopo, come per i mutui subprime", ha detto Giuseppe Mussari, presidente di Mps. "Ora se la stanno prendendo con i Paesi, e questo non è giusto".

Intanto, come già anticipato in mattinata, le associazione dei consumatori Adusbef-Federconsumatori annunciano una "class action" contro agenzia Moody's per i danni inferti agli investitori.
"L'ultimo report di Moody's sull'Italia, diffuso sembra ad orologeria, ha provocato - si legge in una nota - un vero e proprio terremoto in borsa causando una caduta verticale dei titoli azionari e dei titoli di stato a media e lunga scadenza (btp), determinando oscillazioni e movimenti ribassisti anche di natura speculativa. Adusbef e Federconsumatori, che annunciano la presentazione di esposti penali alla magistratura, assieme al quotidiano finanziario Mf, raccoglieranno le deleghe per una class action contro l`agenzia di rating, per chiedere il risarcimento dei danni subiti".

Si vedrà se il Codacons e l'Associazione Tutela Utenti Servizi Finanziari, Bancari e Assicurativi, che oggi hanno  inviato un esposto alla Consob, al ministero dello Sviluppo Economico e alle Procure della Repubblica di Roma e Milano chiedendo di indagare sull'operato di Moody's e delle altre agenzie di rating, segueranno le orme tracciate da Adusbef e Federconsumatori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roaldr

    08 Maggio 2010 - 09:09

    ormai non è più solo un sospetto: una pletora di manager "rampanti" ha messo l'anello al naso ai piccoli (e grandi) risparmiatori, trascinandoli in Borsa (che comunque è e resta una specie di gioco d'azzardo)...una volta che i soldi erano lì, come fare per arraffarli? E lì si è scatenata la "creatività" della finanza: bond, subprime, titoli ad alto rischio...la terminologia è vastissima, l'esito finale è uno solo :RAPINA..con la complicità, appunto delle agenzie di rating, il cui compito era ed è RASSICURARE il malcapitato, mentre il tecno-mariuolo di turno gli sfila i risparmi di una vita....

    Report

    Rispondi

  • sidneysask

    08 Maggio 2010 - 01:01

    Queste agenzie di " Rating ", non sono niente altro che ladri con la licenza di rubare , hanno un potere enorme, fino al punto di mandare il mercato in Tilt . E' inimmaginabile quanta moneta viene rubata dai mercati, solo pubblicando un'articolo. Si vendono tutte le azioni prima della pubblicazione dell,articolo, e poi ricomprano a prezzo base. Io direi pero', che: dietro queste compagnie di rating c'e' una mano molto piu' potente di loro. Penso che c'e' l'idea di mandare tutta l'Europa ad uno " Squilibrio ", e prendono ordini di cosa, quando, e dove. da gente molto piu' potenti . Chissa' chi siano questi tali ?....

    Report

    Rispondi

  • Committing

    07 Maggio 2010 - 16:04

    E' l'Italia dell'occulto. Tutto il mondo è in tensione per la tragica crisi che incombe mentre qui, TERRA DI GOBBI CHE VIVONO DI TRAME E MISTIFICAZIONI il tutto si gioca a livello di GIOCHI DI POTERE E DI AMBIZIONE. I POTERI OCCULTI, le MAGISTRATURE OCCULTE, le SOFFIATE OCCULTE, gli ATTENTATI OCCULTI, i SERVIZI OCCULTI, i PRESIDENTI OCCULTI, i LUPANARI OCCULTI, le BONAZZE OCCULTE, gli SPACCIATORI OCCULTI, le ECONOMIE OCCULTE, i TRANS OCCULTI, le PROPRIETA' OCCULTE, le RAPPRESENTAZIONI TV OCCULTE, ......... c'è ancora spazio. Qui l'unico potere non occulto è quello del povero SILVIO che porta la croce ed E' AZZANNATO OGNI GIORNO da FAMIGERATI ED OSCURI GOBBI orrendi nella loro SMISURATA AVIDITA' DI POTERE. SILLVIO! FORZA! VAI CON LO SCATTO DI RENI! Sei forte del consenso popolare. Suvvia! FACCIAMO IL MAZZO a questi OSCURI GOBBI!

    Report

    Rispondi

  • pienne

    07 Maggio 2010 - 15:03

    E' ora di abolirle, non funzionano e fanno danni incalcolabili. Sono gli stessi che davano per buoni i bond Parmalat fino al giorno prima del crollo, gli stessi che consigliavano di comprare i "Tango bond" fino al giorno prima del crollo e lo stesso hanno fatto con i famigerati sub prime e con i titoli del tesoro greci e ieri hanno prodotto un crollo delle borse di tutto il mondo. Quale altra catastrofe economico/finanziaria devono produrre perchè ci si renda conto che le agenzie di rating sono IL PROBLEMA dell'economia mondiale? Non funzionano e fanno danni incalcolabili e i motivi possibili sono due: o sono degli inetti o dei truffatori che guadagnano alle spalle dei risparmiatori. VANNO CHIUSE SUBITO! pienne

    Report

    Rispondi

blog