Cerca

Borse europee in altalena

Recupero dopo l'avvio negativo asiatico. E la Germania vara la maxi-manovra

Borse europee in altalena
Recupero delle borse europee dopo la diffusione dei dati tedeschi sugli ordini all'industria in aprile. Tutti i listini europei si aggirano sugli stessi livelli della chiusura di venerdì. La mattinata era incominciata malissimo, invece, sulla scia della borsa di Tokyo le piazze europee avevano aperto con un tonfo dell'ordine del 3-4%, influenzate dai dati peggiori rispetto alle attese sull'occupazione Usa - resi noti venerdì a mercati europei già chiusi - e dai timori d'insolvenza ungheresi dopo l'allarme, poi corretto, sui rischi di default. La borsa di Tokyo ha ceduto il 3,17%.  L’indice sud coreano Kospi ha perso l’1,9% e l’Hang Seng di Hong Kong il 2,4%.

Oggi l’Ungheria, il cui allarme debito ha già affossato i mercati venerdì scorso, dovrà presentare il suo piano di tagli al deficit mentre a Lussemburgo si riuniranno i ministri delle Finanze dell’Eurogruppo per approvare parte dell’accordo sul piano anticrisi varato nel pieno della bufera greca. Aria di manovra invece in Germania, dove il governo targato Angela Merkel ha annunciato un piano quinquiennale da 80 miliardi di euro. Oltre a dei tagli nel 2011 di 11,2 miliardi di euro (l’obiettivo è quello di far calare le spese di quasi 27 miliardi), si prospetta anche una tassa ambientale sul trasporto aereo del valore di un miliardo di euro all'anno e un'altra sull'eventuale prolungamento degli impianti nucleari.
“Le finanze solide sono la migliore misura che possiamo prendere per prevenire le crisi”, ha detto la cancelliera tedesca.

Resta apparentemente orientato alla debolezza anche il mercato Usa, anche se in maniera per ora meno drammatica: a oltre cinque ore dall’avvio di seduta i futures sul Dow Jones segnano un meno 0,60 per cento, quelli sul Nasdaq un meno 0,46 per cento. Al ribasso anche il petrolio, che resta agganciato alla dinamica di Borse e cambi, oggi a New York il barile ha segnato un minimo fin sotto i 70 dollari, successivamente si attesta a 70,39.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mingo

    07 Giugno 2010 - 11:11

    Il paradiso Italia e' gia' finito ? La recessione era alla spalle...ohi, ohi...alle spalle invece avevamo qualche altra cosa!!!

    Report

    Rispondi

blog