Cerca

Il Pd in piazza contro la manovra

Tremonti: "Dalla lotta all'evasione 1,3 mld". L'Ue promuove le misure varate da Roma. Ma l'opposizione annuncia la protesta

Il Pd in piazza contro la manovra
Mentre dall'Unione europea arrivano segnali positivi sulla manovra economica, in Italia l'opposizione protesta. Il leader del Pd, Pier Luigi Bersani, annuncia su internet una manifestazione nazionale contro il provvedimento anticrisi. L'appuntamento è per il 19 giugno al Palalottomatica a Roma. Si scenderà in piazza "per un'altra politica economica, per la crescita e il lavoro, contro una manovra ingiusta e sbagliata, per dare voce a tutti protagonisti colpiti dalle scelte del governo".

La contromanovra - In quella sede l'opposizione presenterà una "contro manovra" messa a punto in questi giorni dalla consulta economica del partito, in collaborazione con i capigruppo in commissione di Camera e Senato. Tre i capitoli su cui il Pd chiede che si intervenga. Dal punto di vista fiscale i democratici vogliono che si riequilibri il carico della tassazione spostandolo dal reddito di impresa e di lavoro alla rendita, fino a una tassazione del 20 per cento, e cioè in linea con la media europea e che escluda i bot. All'interno di questo capitolo altre misure prevedono la reintroduzione della detassazione fino al 55 per cento per le ristrutturazioni edili, l'innalzamento della franchigia Irap per le piccole imprese. Un secondo fronte di intervento prevede l'allentamento del patto di stabilità interno per le pubbliche amministrazioni che destinino risorse agli investimenti. Infine il Pd mira a reintegrare le risorse per la scuola.

L'Unione europea - Dall'Unione europea arrivano invece segnali positivi sulla manovra. Il commissario agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, a Lussemburgo per la riunione dell’Ecofin, promuove le misure varate da Roma e Parigi per rimettere in ordine i conti pubblici: "La Francia e l'Italia hanno preso decisioni importanti. Torneremo presto sulle manovre per valutare la reale efficacia delle misure prese".

Le parole del commissario arrivano all’indomani di quelle pronunciate dal premier lussemburghese e presidente dell’Eurogruppo,   Jean-Claude Juncker, secondo cui i provvedimenti adottati dal governo e illustrate all’Eurogruppo dal ministro dell’Economia, Giulio Tremonti,  sono state "accolte con favore".
Libero-news.itLibero-news.it

La manovra deve restare così: va bene la discussione in Parlamento, ma deve restare a saldi e soldi invariati


Federalismo fiscale e lotta all'evasione - Per il titolare di via XX settembre il federalismo fiscale, cui punta il governo, "è l’unico modo per mettere sotto controllo la spesa pubblica. Siamo gli unici in Europa ad avere dei governi locali irresponsabili sulla spesa pubblica. Sommando la manovra sui conti, la riforma delle pensioni, un modello diverso di lavoro, il federalismo fiscale, abbiamo messo insieme uno strumento di grande peso ed efficacia". Inoltre la lotta all'evasione porterà a "risultati straordinari, molto superiori alle attese. Sul 2011 ci aspettiamo entrate pari a 1,3 miliardi e a regime il risultato è stimato in 6,6 miliardi. Ma abbiamo ragione di credere che la cifra è sottostimata e che il risultato sarà molto migliore". In conclusione la manovra "deve restare così: va bene la discussione in Parlamento, ma deve restare a saldi e soldi invariati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bimbomix

    11 Giugno 2010 - 16:04

    Dai Bersani, facci sognare!! Metti on-line il tuo CUD!!

    Report

    Rispondi

  • pasquino69

    09 Giugno 2010 - 15:03

    Dove siete comunisti ora che il vostro Capo popolo ha parlato. Dove siete ora che ha detto le solite fregnacce, ma lo sentite quando parla questo burino da campo di bocce che avete messo in testa. Questo non gliene frega nulla e gli viene pure da ridere e se la ride sotto i baffi quando parla di voi piccoli comunistini. Se potesse vi schiaccerebbe tutti, ma gli fa' troppo comodo essere un affitto su un appartamento del partito, avere la moglie con la farmacia ed essere l'esempio di voi tutti.Insegnanti con la moglie con un incarico importante, sposata per interesse, magari nel sociale, dove non fanno un c**** e prendono i soldi gabbando la gente, oppure nel pubblico, tanto li nessuno si accorge se lavori o no, trovi mille altri che timbrano per te, vero toscanorosso,feltroni,uffa,valeria,wilson.Quanto ODIATE BRUNETTA che vi ha sgamato.NULLAFACENTI

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    09 Giugno 2010 - 12:12

    Mi chiedo in che mondo vivano queste persone. Il grande lenzuolo, al secolo bersani, dice un no a spada tratta alla manovra. L'Europa, con il fior fiore dei ministri dell'economia, dice invece che va bene. A chi credere? Ai maestri dell'economia europea, oppure a quattro scalzacani che, quand'erano al governo, hanno portato gli italiani sull'orlo dell'indigenza con l'aumento indiscriminato delle tasse, in un periodo, tra l'altro, in cui l'economia mondiale tirava e come se lo faceva? La risposta è talmente ovvia che non richiede ulteriori spiegazioni! E poi si lamentano se i sondaggi sono tutti contro di loro.Bersani è a fondo scala nel gradimento degli italiani,tutti gli altri pd gli stanno vicini, almeno secondo quanto ho letto stamane sul Corriere.Il fatto è che non hanno la minima idea di cosa significhi fare opposizione seria,sono dilettanti allo sbaraglio indegni di partecipare alla corrida del buon Scotti! Non si può dire sempre NO,se si vuole credibilità bisogna anche dire SI'.

    Report

    Rispondi

  • COCCINELLA

    09 Giugno 2010 - 10:10

    MA PROPOSTE CONCRETE NO?????? DICIAMOCELO..è ORA CHE I POLITICI NON RUBINO PIU'...........CI HANNO ROVINATI

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog