Cerca

La pressione fiscale per gli onesti sfiora il 52%

Valore calcolato dalla Cgia di Mestre stornando dal Pil i 230 miliardi di economia sommersa

La pressione fiscale per gli onesti sfiora il 52%
Ecco quanto costa il sommerso e il lavoro nero al sistema Italia e a chi, onestamente, paga fino all’ultimo centesimo le tasse: all’incirca 9 punti percentuali di tassazione in più.
Secondo le stime della Cgia di Mestre (Associazione artigiani e piccole imprese), infatti, l’effettiva pressione fiscale si attesterebbe tra il 51 e il 51,9%, ben al di sopra del 43,2% riscontrato dall’Istat.
Un dato che salterebbe fuori “stornando" dal Pil ufficiale la quota addebitabile al sommerso economico (ossia il lavoro nero) e calcolando così la pressione fiscale sul Pil reale.
“Non è che l’Istat sbaglia i suoi calcoli – afferma Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia –, semplicemente non fa altro che applicare le disposizioni dell’Eurostat, che stabiliscono che nel Pil nazionale si conteggi anche l'economia non osservata”.
Sommerso che in Italia, almeno da quanto l’associazione artigiani ha calcolato, si aggirerebbe tra i 230 e i 255 miliardi di euro.
“Sono soldi che non entrano nella ricchezza statale ma che vengono riscontrati nella tassazione che grava su lavoratori e famiglie – prosegue Bortolussi –. È per questo che riteniamo invece di dover calcolare la tassazione sul Pil reale”.
A tal proposito, sottraendo al Pil di 1.520,8 miliardi di euro la somma del sommerso e rapportandolo alle entrate fiscali entrate nelle casse dello stato si ottiene una tassazione reale del 52% circa.
“È un'ulteriore dimostrazione – ha concluso Bortolussi – “che chi in Italia è conosciuto dal fisco, subisce un prelievo fiscale ben superiore al dato statistico ufficiale. Per questo è assolutamente improrogabile una seria lotta conto il lavoro nero e l'evasione fiscale di chi è completamente sconosciuto al fisco. Aumentando la platea dei contribuenti potremo così ridurre imposte e contributi a chi oggi ne paga più del dovuto”.
È la solita storia: pagare tutti per pagare meno. Ma anche in questo caso la distanza tra le affermazioni e la realtà è abissale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • procat

    21 Agosto 2011 - 18:06

    Che ben venga questa legge così le infustrie e soprattutto i commercianti avranno un maggiore controllo e forse forse evaderanno molto meno; è probabile che i prezzi tendano ad abbassarsi. Meditate gente meditate.

    Report

    Rispondi

  • Marco40

    11 Giugno 2011 - 12:12

    non e' vero che sono aumentate,sono aumentati gli Evasori

    Report

    Rispondi

  • angelo.ally

    19 Dicembre 2010 - 12:12

    La pressione fiscale è in aumento ? La solita bufala dell'opposizione per screditare ciò che sta facendo il governo del berlusconi per il popolo italiano ( come ha promesso e ripromesso fin dal 1994 le tasse stanno calando e l'economia è in forte crescita ). Infatti per gli esasori fiscali ( tanti, in aumento e sopratutto premiati ad anni alterni dal ministro tremonti ) la pressione fiscale non è un problema. Le tasse le pagano solamente i cittadini onesti ( probabilmente i pochi che non votano berlusconi ).

    Report

    Rispondi

  • z.signorini

    16 Giugno 2010 - 17:05

    Se tutto questo è vero, un'altra volta viene dimostrato che l'onestà in Italia non paga. Sono furbi gli evasori, sono furbi i delinquenti, ecc. ecc. Perchè? Chi ha creato un danno alla società va a finire in tribunale, trova un giudice più delinquente di lui e con poco se la cava. Evadi, vai finire nelle maglie del fisco è la stessa cosa. La domanda finale è la seguente: perchè un cittadino deve credere al proprio paese quando sono le istituzioni stesse composte da evasori cronici, da persone incoerenti con il ruolo che ricoprono, persone che dovrebbero far funzionare la giustiziae l'azienda Italia e loro son più delinquenti dei delinquenti stessi. Se una persona è capace di dare una risposta seria e concreta, non politica o stupidamente patriottistica, allora si potrà incominciare a riflettere, altrimenti per me questa patria da chi è rappresentata non vale assolutamente niente, è una patria innafidabile.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog