Cerca

Consumi in diminuzione: calano del -1,7%

La spesa mensile per famiglie è risultata di 2.442 euro. Secondo l'Istat si tratta di una "diminuzione sensibile"

Consumi in diminuzione: calano del -1,7%
Nel 2009 i consumi delle famiglie sono risultati in netto calo. La spesa media mensile per nuclei familiari, registrata lo scorso anno, è stata infatti pari a 2.442 euro, inferiore a quella dell'anno precedente del -1,7%. A rivelarlo è l'Istat che ha condotto l'indagine su un campione di circa 23mila famiglie, sottolineando come "la riduzione della spesa media mensile per consumi in termini reali appare alquanto significativa", considerando che tale variazione incorpora al suo interno sia la dinamica inflazionistica, sia la diminuzione del valore del fitto figurativo, del -1,1%.

E il valore mediano della spesa per famiglia, ovvero quello al di sotto del quale si colloca la spesa della metà delle famiglie, è pari a 2.020 euro, esattamente il -2,9% rispetto all'anno 2008. La contrazione della spesa per consumi appare ben evidente tra le famiglie con livelli di spesa medio- alti.
In particolare, la spesa media per generi alimentari e bevande diminuisce del 3%, rispetto all'anno 2008. La percentuale di famiglie che dichiara di aver diminuito, nel 2009, la quantità e la qualità dei prodotti alimentari corrisponde a un 36,5%. Il 63% ha dichiarato di aver diminuito la quantità, mentre un buon 15% di aver scelto alimenti di scarsa qualità.

Pane, cereali, oli, frutta, ortaggi, zucchero, patate, caffè sono gli alimenti che, nell'anno 2009, sono stati limitati nell'acquisto e la cui spesa è dunque risultata in calo. Si è ridotta anche la spesa per servizi sanitari, tabacchi e comunicazioni, mentre è risultata in crescita quella per combustibili e enegia, dovuta a un periodo invernale, quello del 2009, particolarmente lungo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • emi58

    06 Luglio 2010 - 09:09

    per forza o paghi le tasse, o mangi, con con meno di mille euro al mese cosa fai paghi acqua, spazzatura, luce, gas ,telefono, rate varie, e hai chiuso. Dimendicavo pigione, e loro cosa fanno? il loro stipendio aumenta vertiginosamente e chi deve risolvere la crisi. i dipendenti pubblici (fortunati a giudizio del nano, con i loro mille euro mensili spese comprese e stipendio bloccato)

    Report

    Rispondi

  • delusodasilvio41

    05 Luglio 2010 - 15:03

    La crisi economica è ormai alle spalle, la diminuizione degli acquisti alimentari è una conseguenza della maggior attenzione degli Italiani per la propria linea e la propria salute!

    Report

    Rispondi

  • Alpe

    05 Luglio 2010 - 15:03

    Visto perché non ci mettono le mani nelle tasche? Perché sanno che sono vuote. Il dato più preoccupante è forse quello dei servizi sanitari: se quella spesa si è ridotta, significa che la gente fa meno prevenzione, quindi rischia di più sul medio-lungo periodo. Forse è ora che i governi capiscono quali danni faccia una politica rivolta solo ai tagli indiscriminati.

    Report

    Rispondi

  • Jeorge52

    05 Luglio 2010 - 14:02

    Non tutti sanno che l'Istat è un istituto di statistica, e quindi essendo un agenzia dello Stato da sempre manipola i numeri.peccato che nelle 23.000 famiglie non c'era la mia o quelle di MILIONI di italiani che sommando i redditi familiari arrivano a una media di reddito mensile di 1500 euro. Ma se il 63 % di italiani hanno a disposizione meno di 15.000 euro lordi anuui come fanno a disporre per questo ente 2.030 euro mensile.Esta pendeco che los italianos no come pasta ,e si che come pasta e anche de cecco a 0,70 euro in offerta nei super ogni 3 mesi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog