Cerca

Il thé Twinings trasloca in Polonia e in Cina

Fine di un'era per la nota marca inglese. E 400 operai perdono il posto di lavoro

Il thé Twinings trasloca in Polonia e in Cina
Nell'era della globalizzazione, e sopratutto della delocalizzazione, tutto è possibile. Anche che il thé Twinings, autentico simbolo della tradizione britannica, finisca per essere prodotto in Polonia.

E' quella che può definirsi  la fine di un'era. Era il 1706 quando Thomas Twining aprì la prima 'tea room' - sala da thé-  al numero 216 dello Strand di Londra. Sono passati 300 anni, la concorrenza nella produzione della bevanda che fa da contraltare al caffé è sempre più agguerrita e per sopravvivere l'azienda è costretta a trasferire la produzione in Paesi a minor costo del lavoro.

Associated British Food, proprietaria di Twinings, ha scelto Polonia e Cina. Le conseguenze di questa decisione non sono indifferenti: circa 400 operai della fabbrica inglese, la metà dei dipendenti britannici, rischiano  di restare senza lavoro. Ed oltre al danno, la beffa. Nelle prossime settimane, prima di essere definitivamente lasciati a casa, gli operai inglesi dell'impianto di North Shields dovranno insegnare ai lavoratori polacchi in trasferta l'arte del confezionamento del thé in bustina. "Non solo ci levano il posto. Adesso gli dobbiamo insegnare. Qui sono tutti molto arrabbiati. C'è molta animosità verso i nuovi venuti" hanno commentato i lavoratori.

Altri 129 posti di lavoro potrebbero venir cancellati nello stabilimento di Andover nello Hampshire dove la società conta di investire in nuovi macchinari ad alta velocità per servire il mercato interno britannico. Nel contempo la fabbrica già esistente in Cina verrà raddoppiata e un nuovo impianto verrà costruito in Polonia. Dall'impianto polacco partiranno tutte le bustine di thé Twinings dirette ai mercati dell'Europa Continentale. Dunque anche all'Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 4change

    09 Settembre 2010 - 09:09

    mi dispiace per i lavoratori inglesi e sono contento per quelli polacchi. Continuerò comunque a bere il thé Twinings. Magari fra 300 anni tornerà ad essere prodotto in UK.

    Report

    Rispondi

  • SENATORI

    07 Settembre 2010 - 11:11

    Bene a sapersi ! Non berrò più il thè Twinings !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • COCCINELLA

    07 Settembre 2010 - 10:10

    Penso che qiesto sia indice che la crisi non è finita.....speriamo continuino a fare un prodotto di qualita'!

    Report

    Rispondi

  • idleproc

    07 Settembre 2010 - 08:08

    ...peccato per la Twinings se lo berranno loro. Altro effetto della globalizzazione.

    Report

    Rispondi

blog