Cerca

Ue, al via la riforma sulla vigilanza finanziaria

Dal primo gennaio 2011 tre nuove autorità per il controllo su banche, assicurazioni e mercati

Ue, al via la riforma sulla vigilanza finanziaria
La riforma per la vigilanza finanziaria è stata approvata dal Parlamento europeo. Entrerà in vigore il 1° gennaio del 2011 e porterà alla creazione di tre nuove autorità di controllo sulle banche, sulle assicurazioni e sui mercati. All’European Systemic Risk Board (Esrb) il compito di lanciare gli allarmi su eventuali rischi per la stabilità dei mercati europei.

Con questa riforma, il Parlamento vuole scongiurare altre crisi del sistema e “dare regole ferree capaci di risanare il settore bancario e finanziario al fine di rilanciare stabilità, sviluppo e crescita in Europa" ha dichiarato il vicepresidente del Parlamento europeo, Roberta Angelilli. "E' importante rassicurare l’opinione pubblica europea - ha aggiunto la Angelilli -  che non dovranno essere più i cittadini e i contribuenti europei a pagare gli sprechi e le scelte irresponsabili di soggetti senza scrupoli che fino a questo momento non si sono assunti i rischi delle loro decisioni fallimentari scaricandoli sulla collettività".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ubik

    22 Settembre 2010 - 16:04

    Banche e compagnie assicurative hanno sempre fatto quello che hanno voluto e continueranno a farlo.

    Report

    Rispondi

  • ariete11

    22 Settembre 2010 - 14:02

    La soluzione in questione è molto importante. Speriamo che nella pratica ci sia la volonta e la capacità di raggiungere gli obiettivi che l'Angelilli uspica , cioè che i rischi fallimentari delle banche non ricadino sulla collettività.

    Report

    Rispondi

blog