Cerca

Industria, balzo di agosto

L'Istat ha segnalato un aumento del 9,5% rispetto al mese estivo del 2009. Solo energia e auto in negativo

Industria, balzo di agosto
Salto in avanti per la produzione industriale italiana. L’Istat riferisce che ad agosto è aumentata dell’1,6% rispetto al mese precedente e del 9,5% rispetto allo stesso periodo del 2009. Il miglior risultato dal dicembre del ’97.
Settore trainante è quello dei macchinari e delle attrezzature (+35,5%), seguito dalla metallurgia (+20,4%), dalle apparecchiature elettrice e non (+18,7%) e dall’attività estrattiva (+16,6%). Gli aumenti sono in relazione ai dati di luglio 2010.

Gli indici destagionalizzati, in termini congiunturali, dei maggiori raggruppamenti di industrie hanno registrato una crescita generale: +4,8% per i beni strumentali, +3,1% per i beni intermedi, +0,5% per i beni di consumo, in particolare con una crescita dell’1,9% per quelli durevoli e dello 0,3% per quelli non durevoli. L’unici valori negativi sono quelli dell’energia, con -2,8 punti percentuali, dell’auto, con -20,2 punti percentuali rispetto ad agosto 2009 (-17,3% dato grezzo).  La variazione dei primi otto mesi del 2010, in confronto allo stesso periodo dell’anno precedente, è del +6,2% (+5,7% dato grezzo). L’Istat ha spiegato che “sull’aumento pesa l'effetto delle chiusure estive, che di anno in anno variano a seconda delle politiche aziendali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vinpac

    11 Ottobre 2010 - 15:03

    A chi far risalire il merito di questo eccezionale risultato? Alla lungimiranza e al senno della presidente della Confindustria? All'accortezza e alla misura dei sindacati? Alla persecuzione dei "fogli" berlusconiani? O forse, per essere attenti ed onesti, il risultato è dar far risalire alle misure governative troppo attente alle istanze dei capitalisti

    Report

    Rispondi

blog