Cerca

Debiti di eurolandia alle stelle

Negativa l'ultima revisione della Ue, ma l'Italia non è tra le peggiori

Debiti di eurolandia alle stelle
Arriva l'ultima revisione dell'ufficio statistico Ue, e non sono buone notizie. Peggiora infatti il quadro del debito di Eurolandia, dove il rapporto deficit-Pil, nel 2009, è balzato al 6,3% rispetto al 2% registrato l'annno precedente. Il dato è ovviamente influenzato dalla crescita del debito dei Paesi membri, che per l'intera zona euro si attesta al 79,2% contro il 69,8% del 2008.

Capofila nel peggior rapporto deficit-pil è la Grecia, che con il suo 15,4% sfora i parametri del patto di stabilità del 12,4 per cento. Critica anche la posizione dell'Irlanda, su cui la scorsa settimana è tornata a concentrarsi l'attenzione degli speculatori. Il rapporto deficit-Pil di Dublino è al 14,4%, seguita dal Regno Unito (11,4%), Spagna (11,1%) e dal Portogallo (9,3%).

La situazione italiana, con un rapporto deficit-Pil confermato al 5,3%, non è tra le peggiori. Quello che però continua a preoccupare è il debito del Belpaese, al 116 per cento. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dubhe2003

    17 Novembre 2010 - 01:01

    ....che ne sarebbe stato per l'Italia se l'ottimo Tremonti,ci fosse cascato dritto dritto,nel trappolone teso dagli oppositori,ma anche da qualcuno di Governo,se avesse distribuito denaro a tutti indistintamente,per fare bella figura?Saremmo certamente in ...ottima compagnia della Grecia,Rep.d'Irlanda,Portogallo,Spagna e non è finita.Cosa direbbero allora i ns.bene amati oppositori,Pierfrego in testa che rivendicava tanto la distribuzione a tutti,di trovarsi nella suddetta compagnia?Per istinto diffido dei...falsi profeti,agili a fare richieste forsennate ad altri,per poi condannare chi ha dato loro ascolto,per l'effetto deleterio ottenuto.A noi tutti farebbero comodo agevolazioni,gratuità,denaro,etc,,mica siamo dei masochisti! Il buon padre di famiglia invece,è lungimirante e si dà un ordine di priorità delle necessità familiari.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    15 Novembre 2010 - 15:03

    Certamente da profano, avrò detto una enorme cazzata,mi si scusi il verbo, ma chi spende i denari, perchè ne ha estremo bisogno è il popolo,quel popolo che compra dallo spazzolino per i denti al piccolo appartamento per garantirsi una casa. Dopo la guerra, la fatidica DC inizio con i bot e altro e si ricostruì l'Italia. I Signori molto ricchi, non vanno in giro per le piccole botteghe a fare acquisti di poco pregio ma è proprio quel poco pregio che mette in moto la piccola e media industruia. Chiedo ancora scusa ma vivendo in mezzo al popolo mi accorgo di certe cose.

    Report

    Rispondi

blog