Cerca

Strauss-Khan spaventa l'Europa: "Futuro più incerto che mai"

Per il direttore del Fmi "la priorità è la riforma del sistema finanziario"

5
Strauss-Khan spaventa l'Europa: "Futuro più incerto che mai"
"La crisi in Europa resta preoccupante e il futuro è più incerto che mai". Parola di Dominique Strauss-Jhan, il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, che ancora una volta si mostra pessimista sull'uscita dalla recessione.

RIFORMA SISTEMA FINANZIARIO - Per Strauss-Khan è necessario "un salto triplo in avanti", ovvero "ricostruire le strutture di governance prima che ritorni la calma". Il pensiero del direttore generale del Fmi arriva direttamente da Ginevra. Strauss-Khan ha poi ribadito la necessità di riformare il sistema bancario. "La riforma delle regole è il primo dei pilastri. Gli altri due sono la supervisione e i meccanismi di risoluzione della crisi. Le esperienze di Grecia e Iralanda", ha aggiunto, "rivelano la necessità di strumenti di risoluzione. Ritardi nel rafforzare la supervisione e nel creare efficaci meccanismi di risoluzione possono portare alla prossima crisi. Dobbiamo districarci dal circolo disastroso dei guadagni privati e delle perdite a carico dell'intera società. Quando arriverà la prossima crisi, dobbiamo essere pronti. Non possiamo attenderci che i contribuenti ancora una volta paghino il conto".

AUTORITA' PROCEDONO LENTAMENTE - Per il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, "mentre il g20 si è mosso con decisione per scongiurare una seconda grande depressione, le autorità stanno procedendo lentamente nel regolamentare le istituzioni non bancarie". La principale causa della crisi, continua Strauss-Kahn, "è stata la carenza di un sistema di regolazione e supervisione finanziaria". Ma sul banco degli imputati ci finisce anche
l'idea che i mercati da soli si possano autoregolamentare: "Dobbiamo essere preparati quando arriverà una nuova crisi, perchè la domanda non riguarda il se ma il quando".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    10 Dicembre 2010 - 19:07

    Tutti i Paesi Europei, devono convincere tutti i cittadini di questo immenso teatro geopolitico che rappresenta storicamente la civiltà mondiale, considerate che gli USA, L'Australia e moltissime altre Nazioni di una certa importanza furono costruite dalle popolazioni Uuropee. di costituire i famosi titoli di prestito,come i BOT o CCT affinchè si possano aiutare direttamente tutte quelle finanze deboli al fine di sopperire ai loro bisogni senza ricorrere a finanziamenti,poco chiari, fuori dall'Europa. In questo modo ogni cittadino europeo investitore,oltre ad avere un guadagno in interessi, saprà che con i propri denari si aiutano dei Connazionali Europei. Passo dopo passo, si fa il giro del mondo.

    Report

    Rispondi

  • piccioncino

    09 Dicembre 2010 - 12:12

    Non vi è dubbio che, in questo particolare momento, occorrerebbe la massima coesione, impegno, fattualità...lasciando perdere le meschine ambizioni, le ripicche uterine, i dispettini infantili, le irresponsabiltà... a tutto tondo..Ma i vari Gianfrego nei Tullianos, Pierfurbastro nei Caltagirone, Cicciobelloaddormentato, Boccucciadirosa, Rintronatopiacentino. Pietriscodibisacce, Torbosiculo, Francischiellisterico, Bindolonaracchiona, Massiminobaffettino, Ventolinorecchino, Labbroni, Sant'oro, Birignao ecc ecc...hanno detto che a loro ne gliene può fregare di meno...perchè la colpa è tutta del Berlusca..Vivaaa l'Italiaaa!!!

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    09 Dicembre 2010 - 10:10

    "...si sposta sull'equità, sul sociale. Sicuro, Imahfu, su ciò che dice ? Questo suo pio desiderio, condiviso da molti, cozza però con il suo stile di vita. Più volte lei si è " vantato delle sue frequentazioni altolocate, ambienti, però, il cui interesse è esclusivamente egoistico. Mi auguro, che lei non appartenga a quelle persone le quali, ben accette in società, non possiedono " altro merito che i vizi che servono nei rapporti umani ", diversamente, la parola equità sociale in bocca sua è aria fritta.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media