Cerca

Settimana corta, Epifani apre

"Ma niente furbizie"

Settimana corta, Epifani apre
La Cgil ci sta ad un confronto con governo e imprese sulla settimana corta. Certo, il sì di Guglielmo Epifani non lesina condizioni, ma dopo le aperture di Bonanni (Cisl) rappresenta una prima convergenza di intenti dopo mille scontri tra i due più grandi sindacati italiani. Il messaggio suona così: "Siamo d’accordo con l’utilizzo dei contratti di solidarietà a patto che siano inseriti in un quadro di tutele che evitino il distacco dei lavoratori dai posti di lavoro, non escludano i lavoratori precari e non costituiscano una furbizia per evitare al soggetto pubblico di investire tutte le risorse necessarie". "Ben venga l'avvio di un confronto con governo e imprese su tutte le forme di tutela, ed è bene che si sia passati da un'impostazione priva di senso che prevedeva la detassazione degli straordinari a questa nuova ottica. Servono politiche di sostegno contro la crisi industriale, servono anche strumenti parzialmente nuovi e soprattutto risorse più rilevanti", ha sottolineato il segretario della Cgil entrando nel dibattito sulla settimana corta e sull'utilizzo di contratti di solidarietà...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pidmont

    23 Dicembre 2008 - 12:12

    POICHE' ATTUARE UNA DIMINUZIONE DI STIPENDIO PER SOLIDARIETA',SIGNIFCA COMUMQUE UN IMPOVERIMENTO PIU' DIFFUSO,POICHE'CON GLI STIPENDI DA FAME IN ITALIA,DOVER CEDERNE UNA PARTE AD ALTRI,SI OTTERREBBE L'EFFETTO OPPOSTO.LO POSSONO FARE IN GERMANIA,DOVE GLI STIPENDI SONO NETTAMENTE SUPERIORI.A TEL FINE NON HO SENTITO ALCUNA RIDUZIONE SOLIDALE DA PARTE DI POLITICI,ISTITUZIONI,PARTITI,IMPRENDITORI ECC...PROBABILMENTE LA NOTA MODESTIA DEGLI STESSI HA VOLUTO SOTTACERE TALE INIZIATIVE.

    Report

    Rispondi

  • Pietro1947

    22 Dicembre 2008 - 19:07

    Mi dispiace - ma non sono daccordo su qualsiasi cosa che dice Epifani. Special modo in questo momento - facciamo terminare le indagini di Napoli - roma -..... Dopo - quelli che restano - potranno parlare.

    Report

    Rispondi

blog