Cerca

Nuova grana per Steve Jobs: "Non sto bene, prendo una pausa dal lavoro"

Il fondatore di Apple chiede un periodo di congedo in cui resterà Ceo. Il timone passa ancora a Tim Cook

Nuova grana per Steve Jobs: "Non sto bene, prendo una pausa dal lavoro"
Nuovo allarme per le condizioni di salute di Steve Jobs. Il Ceo di Apple ha annunciato che prenderà un periodo di pausa dal lavoro in modo da potersi concentrare sulla sua salute. Lo ha reso noto in una mail ai suoi dipendenti. Pochi minuti dopo l'annuncio, il titolo della Mela perdeva il 4,5% alla Borsa di Francoforte.

IL TIMONE PASSA A COOK - Il papà di iPod e iPhone, che in passato aveva sofferto a lungo per un tumore al pancreas, ha comunque annunciato che è sua intenzione rimanere nella carica di amministratore delegato, restando perciò coinvolto in tutte le principali decisioni strategiche del gruppo. La responsabilità di sovrintendere sulle operazioni giorno per giorno passerà al direttore generale Tim Cook, com'era avvenuto da gennaio a giugno del 2009 quando Steve Jobs aveva dovuto subire un trapianto al fegato per curare una forma di tumore al pancreas. All'epoca,
l'ottima performance di Cook gli aveva fatto guadagnare la promozione a direttore operativo nel 2005. Molte persone ritengono che Cook possa diventare il successore logico di Jobs. Sotto la guida di Cook, nel 2009, la Apple ha continuato a produrre nuovi prodotti che hanno riscosso successo tra il pubblico, tra cui nuovi laptop con prezzi più accessibili e un nuovo modello di iPhone più veloce e con applicazioni molto richieste dai consumatori. Il gruppo di Cupertino ha venduto più di un milione di modelli del nuovo iPhone 3G nei soli primi tre giorni dal suo debutto nei negozi.

LA LETTERA DI JOBS - "Cari colleghi, dietro mia richiesta, il consiglio di amministrazione mi ha permesso di assentarmi per motivi medici cosicché io possa prendermi cura della mia salute. Continuerò a essere amministratore delegato e sarò coinvolto nelle decisioni strategiche più importanti per l'azienda. Ho chiesto a Tim Cook di gestire le operazioni giornaliere di routine della Apple. Ho molta fiducia nel fatto che Tim e gli altri direttori esecutivi svolgeranno un lavoro fantastico nel portare avanti i progetti che abbiamo in serbo per il 2011. Amo tantissimo la Apple e spero di tornare il prima possibile. Nel frattempo, la mia famiglia e io apprezzeremmo moltissimo se venisse rispettata la nostra privacy". Queste le parole del memo che Steve Jobs ha lasciato ai dipendenti della Apple prima di prendersi un congedo per motivi di salute.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Firenzaccio

    03 Febbraio 2011 - 13:01

    Non mollare Steve!

    Report

    Rispondi

  • schnee

    18 Gennaio 2011 - 10:10

    Ci hai fatto sognare. Riposati e ritorna più forte di prima! Vai, Grande!!

    Report

    Rispondi

  • edelman124

    17 Gennaio 2011 - 21:09

    .....e dunque Jobs è un'altra pugnalata al cuore ! Per una persona come lui, che ha migliorato ed allietato la vita di tanti, sicuramente tante preghiere lo accompagneranno durante questo lungo cammino

    Report

    Rispondi

  • chiancarella

    17 Gennaio 2011 - 18:06

    Nuova grana???? Un tumore...è una nuova GRANA! Ma chi l' ha scritto il pezzo? Ma che linguaggio usa? Essere "alternativi" a tutti costi, a volte rende patetici.

    Report

    Rispondi

blog