Cerca

Spallata di Confindustria: "Italia ferma"

Per viale Astronomia, il Pil fatica ad andare oltre l'1%, mentre le altre economie mondiali sono in ripresa

Spallata di Confindustria: "Italia ferma"
Domenica sera l'attacco al governo firmato da Emma Marcegaglia sul palcoscenico della trasmissione Che tempo che Fa di Fabio Fazio.  Oggi Confindustria torna all'assalto: "L''Italia non tiene il passo con gli altri Paesi nella congiuntura economica". "Il nostro Paese fatica ad andare oltre l’1% nella velocità del Pil", si legge nel rapporto di gennaio del Centro studi di Confindustria. Positivo il giudizio sul resto del mondo: "La ripresa globale è tornata vigorosa". Con la buona performance di fine 2010 e i progressi negli indici anticipatori, il 2011 si presenta come l’anno della stabilizzazione delle aspettative e della riduzione dell’incertezza". Tuttavia l’Italia, ribadisce lo studio, "non tiene il passo".

MANIFATTURA E SPESA 
- Il ciclo degli investimenti, prosegue il Csc, sta ripartendo nelle economie avanzate più dinamiche (Usa, Germania), favoriti dal costo del capitale in riduzione con i rialzi delle Borse e dal maggior utilizzo degli impianti. Tuttavia, secondo viale Astronomia, in Italia la situazione potrebbe essere migliore. In particolare, nel nostro paese calano gli investimenti nel manifatturiero per il 2011, anche se sale la percentuale di spesa per l’ampliamento degli impianti. La produzione industriale è invariata in dicembre (-0,3% nel quarto trimestre, stime Csc; +1,1% in novembre). E' del 17,8% sotto i livelli pre-crisi. Inoltre la dinamica dei consumi in Italia "continuerà a essere frenata dalle difficoltà nel mercato del lavoro". Nel terzo trimestre 2010 è proseguita la flessione dell’occupazione (-0,2% sul secondo). Positivo l’andamento a fine anno: in aumento gli occupati nel bimestre ottobre-novembre (+0,3%, dati provvisori) e in calo la Cig nel quarto trimestre (-4,8% le ore complessivamente autorizzate).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • chirauno

    29 Gennaio 2011 - 17:05

    Pontificare dal pulpito è un vizio italiano, per me la Signora deve prima risolvere un problema: chi rappresenta e da che parte sta. Le grandi e medie aziende sono uscite o sul punto di uscire da Federmeccanica per meglio gestire i contratti di lavoro innescando una vera rivoluzione nella relazioni internazionali che determenerà sicuramente la fine dei contratti nazionali e di quei signori che dovevano rappresentare gli interessi di mnoi lavoratori, ma che in realtà agivano per altri interessi. Bravo Marchionne

    Report

    Rispondi

  • Nonsocrate

    27 Gennaio 2011 - 15:03

    Se l'Italia è ferma la confindustria è paralizzata,sì paralizzata da una vecchia logica di chiedere chiedere e chiedere sarebbe compito dell'incapace Marcegaglia spronare gli affiliati industriali ad investire su innovazione e ricerca con i propi soldi in questo momento di crisi dove il governo italiano deve salvare il paese da una eventuale bancarotta.Prendete un po' di quei soldini che avete guadagnato e correte il vostro rischio (che una volta faceva parte del DNA di un imprenditore),invece no ! loro non vogliono più correrne ,vogliono la pappa ptonta .Roba da FIAT vecchio stile vogliono fare i soldi con le manovre di governo.SVEGLIATEVI !imprenditori da quattro soldi.

    Report

    Rispondi

  • stefancel

    27 Gennaio 2011 - 13:01

    Ben ricordo che, in una conferenza pubblica, il direttore di Confindustria disse: "di essere ben felice vedere i propri dipendenti navigare nei siti porno durante l'orario di lavoro per migliorare le loro capacità nell'uso di internet".!! Quanto sopra risale ad una dozzina d'anni fa, ma la dice lunga!

    Report

    Rispondi

  • bric2010

    27 Gennaio 2011 - 13:01

    quando c'erano "loro al Governo" (democristiani e comunisti), era facile appianare i conti per industrie, specie quelle grosse, e mettere in tasca i soldi, tanta tutto andava al debito pubblico che oggi è quello che ci penalizza e ci umilia di fronte al mondo. Marcegaglia, perchè non lo dici???!!!....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog