Cerca

Dalla tassa sul morto all'imposta sull'ombra: tutte le follie del fisco

Un dossier di Confesercenti snocciola i cento balzelli "spietati": c'è spazio per tubi, botole, gradini e ballatoi

Dalla tassa sul morto all'imposta sull'ombra: tutte le follie del fisco
Dalla tassa sui gradini e ballatoi a quella sull'ombra che invade il suolo pubblico, fino alle tasse macabre su tumuli e lumini. La scure delle imposte non risparmia proprio nulla: divertimenti, trasporti, discariche, fogne, ascensori, lampioni, tv, frigoriferi, insegne, musica e perfino brevetti. E’ quanto emerge dal dossier Confesercenti su Cento casi di tasse che fa seguito aglio studi sugli sprechi pubblicati in questi anni.

LE IMPOSTE "SPIETATE" - "Al record degli sprechi", ha spiegato il presidente di Confesercenti, Marco Venturi, "si aggiunge il record dei prelievi e dei costi da sopportare, che fanno penare imprese e famiglie". Il dossier passa in rassegna cento casi di balzelli: dalle paleo-tasse alle imposte esoteriche, dalle tasse in maschera a quelle contenute nelle bollette ad altri prelievi "surreali" come la tassa sull'esposizione della bandiera tricolore o le tasse macabre che riguardano defunti e cimiteri, compreso il balzello sui lumini. Confesercenti denuncia poi le imposte "spietate", cioè le tasse che "magari all’insaputa del legislatore, colpiscono chi è già in difficoltà", come disoccupati, invalidi, studenti fuorisede, famiglie numerose e sfrattati. Ci sono poi le imposte "burocratiche", cioè prelievi che riguardano funzioni pubbliche, già finanziate per altra via con la fiscalità generale, che vengono imposte a chiunque voglia adire a tali servizi, dalla giustizia al catasto. Per arrivare, infine, al fisco "lunare": ogni anno in Italia si deve fare i conti con 62.500 norme tributarie.

"PALEO" TASSE - Persino inventare nel nostro Paese può essere costoso: secondo Confesercenti ogni brevetto è colpito da 3 tasse. Ma l’elenco delle imposte "paradossali" è lungo. Tra le "paleo" tasse, si va dalla tassa sui gradini e ballatoi a quella sull'ombra che invade suolo pubblico, da quella sulla raccolta dei funghi a quella sulle suppliche, alla gabella sugli sposi per celebrare matrimoni nei comuni. Tra le tasse "esoteriche" figurano quella sulla memoria, sulla voce e sul divertimento. C'è perfino l’imposta sugli spiriti.

CODICE DELLA STRADA - Tra le tasse cosiddette "burocratiche" c'è quella sui certificati, quella catastale, sulla giustizia, sulla didattica, sulle pubbliche affissioni e persino sugli sfratti. Per non parlare delle tasse "in maschera": la tassa sulla tv, quella sui giornalisti, gli anticipi in bolletta. Alle amministrazioni comunali, secondo Confesercenti, le sanzioni comminate in base al codice della strada fruttano più delle addizionali Irpef. Divieto di sosta, sorpasso vietato e semafori ignorati sono costati nel 2008, in media, 76 euro a ogni cittadino.  

IL BALZELLO SUL MORTO - Nel capitolo tasse "spietate" troviamo quella sulla disoccupazione (per la partecipazione ai concorsi pubblici), l'imposta sui debiti, la tassa sullo studente, sulle cambiali, sugli emigranti, sui disabili. Tra le tasse "macabre", oltre alla già citata imposta sui tumuli e sui lumini, c'è la tassa sul morto (per il rilascio del certificato di decesso), quella sulla dispersione delle ceneri e sul feretro. Le tasse "sul movimento" vanno dalla tassa per il rilascio di patenti alla tassa sugli sbarchi, sui voli aerei, sulle targhe e sui camionisti.

TUBI E BOTOLE - C'è poi tutta una serie di cosiddette tasse "sotterranee": l’imposta sui tubi, sulle botole, sulle discariche e sulle fogne. E quelle "aeree": imposta sulle gru, sui lampioni, sui tralicci, sugli ascensori e sui montacarichi. "Governi, Regioni, enti locali", ha osservato Venturi, "quando si vota tutti si presentano come innovatori: vogliono semplificare, ridurre la pressione fiscale. Verrebbe voglia di dire: e allora chiediamogli davvero conto delle loro affermazioni, mettiamo una tassa salata sulle promesse non mantenute". La Confesercenti, ha concluso, "resterà attiva e presente su questi e altri nodi fiscali e rimane comunque speranzosa sulla possibilità di avere al più presto una riforma che, fra l’altro, faccia giustizia di questo bestiario fiscale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paolo956

    14 Giugno 2013 - 09:09

    che grandi menti siamo noi italiani, incapaci di far funzionare, se mai esistente n3lla scatola cranica, un minimo di sostanza grigia detta cervello...importante in questi ultimi anni è poter riconoscere la colpa a qualcuno ed in particolar a Berlusconi, capio espiatorio dei carenti di sostanza grigia. La colpa è ns cari, solo d esclusivamente ns..le tonnellate di ore perse per gli scioperi ci hanno fatto perdere una marea di punti rispetto agli altri paesi europei, tant'è che siamo il pase dove la mano d'opera costa di più...a tutto questo si sono aggiunte alcune idiozie alla Prodi...aprire i confini senza ritegno...importando una mano d'opera di cui non conoscevamo nulla ma che è stata capace lentamente ma inesorabilmente anch'essa a portarci in questa situazione...ma per l'italiota è importante lavarsene le mani e addossare le colpe a qualcuno che in quel momento magari sta più sull balle rispetto ad altri...non siamo capaci di guardare dentro di noi...no sarebbe troppo facile.

    Report

    Rispondi

  • kappawin

    06 Settembre 2011 - 17:05

    é colpa di destra e sinistra... Smettetela di dire che è colpa di Berlusconi... La sinistra è da anni che vi prende per i fondelli e vi aumenta le tasse... Questa situazione la dobbiamo a tutti, nessuno escluso!!!

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    04 Agosto 2011 - 14:02

    Un amico disoccupato lo chiamano all'Ufficio tasse.Mi diceva"Che vuoi che mi facciano..Sono disoccupato e soffro di aerofagia"Lo accompagno.Dopo un po esce dagli uffici gridando "Aiuto mi hanno chiuso il gas!!

    Report

    Rispondi

  • Armadillo

    02 Febbraio 2011 - 12:12

    lei quindi afferma che tutte queste folli imposte sono creazione di Berlusconi e Tremonti? Immagino sia colpa loro anche la fame nel mondo, l'inquinamento, le tempeste solari nonché la scoparsa dei dinosauri...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog