Cerca

Bonanni contro la Camusso: "Cgil tifa per i problemi"

Il segretario Cisl: "Bisogna parlare col governo per migliorare l'Italia. Bene il Piano Sud, più aiuti ai giovani"

Bonanni contro la Camusso: "Cgil tifa per i problemi"
Mercoledì il governo ha annunciato provvedimenti economici per ottenere la crescita del prodotto interno lordo, mettendo in cantiere la riforma dell'articolo 41 della Costituzione. Il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, ha accolto il tutto freddamente: "Non basta un Consiglio dei Ministri". "Però la strada è giusta, bisogna proseguire sulla strada tracciata con esecutivo e Regioni": a dirlo è il segretario della Cisl Raffaele Bonanni, ospite del direttore di Libero Maurizio Belpietro a 'La telefonata' su Canale 5.

Bonanni, in questo momento lei è in pullman insieme al ministro dell'Economia Giulio Tremonti e al segretario della Uil Luigi Angeletti sulla Salerno Reggio Calabria.
"Sì, questa strada è l'emblema degli sprechi e dell'insoddisfazione degli italiani, dovuti a troppe chiacchiere sul Meridione".
Cosa avete visto che non va?
"La struttura ferroviaria risale all'ultima guerra, i tracciati peggiori addirittura alla fine dell'800. i tempi di percorrenza di mio nonno non erano molto diversi da quelli di oggi".
A proposito di Meridione, è sufficiente il Piano Sud del governo, che dovrebbe partire da aprile?
"Sì, dobbiamo fare quello che avevamo stabilito con governo e Regioni, cooperare su ogni segmento sulla spesa pubblica. Per ora ognuno ha fatto quello che voleva, in mancanza di un accordo generale".
Sulle altre misure, libertà economica e modifica dell'articolo 41, Tremonti l'ha convinta?
"Noi non abbiamo niente in contrario su ciò che semplifica la vita alle imprese. Vogliamo meccanismi automatici affinchè se gli imprenditori investono possano avere incentivi e sostegni, senza bisogno di farne richiesta".
Quali misure servirebbbero per l'occupazione giovanile?
"Bisogna rimodulare tutto: meno aiuti a pioggia, più aiuti finalizzati. Il credito d'imposta deve andare a imprese che assumono giovani. Poi servono altri strumenti di assunzione, a cominciare dall'apprendistato".
A questo viaggio non è presente la segretaria della Cgil Susanna Camusso. E' la certificazione di una frattura insanabile?
"La Camusso si lamenta sempre, ma voglio essere chiaro: ognuno è dove vuole essere".
Quindi la Cgil non vuole firmare i contratti nazionali, come quello del pubblico impiego?
"Sì, anche laddove c'è un vantaggio palese per i dipendenti. Evidentemente la Cgil preferisce avere carenze. Noi invece non vogliamo fare agitazione e politica, ma risolvere i problemi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    09 Novembre 2014 - 09:09

    Bonanni tifa per il Casalpusterlengo in serie A....

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    03 Novembre 2014 - 12:12

    Bonanni: un altro fessacchiotto che percepisce uno stipendio d'oro. E' un ex demopirla.

    Report

    Rispondi

  • steu60

    17 Agosto 2011 - 09:09

    Gentile signora Camusso,visto il Suo maniacale attaccamento allo statuto dei lavoratori sarei ad esporle il mio caso:Sono un ex dipendente Zanussi-Electrolux che non per scarso rendimento o incapacità sono stato rimosso dal mio coincarico e demansionato,assoggettato alle più meschine angherie,sino a costringermi alle dimissioni,con il placet della triplice.dopo alcuni giorni sono stato rimpiazzato da persona più gradita al capo.Ma per vedere riconosciuti i propri diritti è neccessario arrampicarsi su qualche ciminiera o incatenarsi a qualche cancello?

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    14 Febbraio 2011 - 17:05

    fanno fatica a lavorare, a far lavorare i dipendenti. nelle loro fila, ormai, hanno soli gli extra comunitari.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog