Cerca

Antonveneta, pm: "3 anni per Fazio e Consorte"

Le richieste di condanna per l'ex governatore di Bankitalia e l'ex presidente Unipol. Per Fiorani 1 anno e 3 mesi

Antonveneta, pm: "3 anni per Fazio e Consorte"
Arrivano le richieste di condanna del tribunale di Milano per il caso della scalata Antonveneta. I pm Eugenio Fusco e Gaetano Ruta chiedono tre anni di reclusione per l'ex governatore di Bankitalia, Antonio Fazio (nella foto), e per l'ex presidente di Unipol, Giovanni Consorte. Per Gianpiero Fiorani, l'ex ad di Bpi, la richiesta di condanna è di 1 anno e 3 mesi.

L'ARRINGA - I tre sono imputati nel processo per il tentativo di scalata ad Antonveneta da parte di Bpi. Secondo quanto sostenuto dall'accusa, Fazio sarebbe "la persona senza la quale non ci sarebbe stata Antonveneta e Bnl", un'operazione che Fazio avrebbe portato avanti "attraverso vie traverse, le vie della politica e dei rapporti". Così l'arringa dell'accusa. Infine, per il pm Fusco che ha firmato la richiesta di condanna, "l'ex governatore della Banca d'Italia ha sempre sostenuto il progetto Fiorani". Tra le richieste del pm Fusco, anche la confisca di 39,6 milioni e una sanzione pecuniaria di 1,2 milioni per Unipo, imputata per la violazione della legge sulla responsabilità delle aziende per i reati commessi dai propri dipendenti.

LA VICENDA
- Il processo per la scalata Antonveneta è iniziato il 23 ottobre del 2008. I reati che dovranno essere giudicati dal Tribunale di Milano risalgono all’estate del 2005. Secondo l’ipotesi degli investigatori, gli accusati avrebbero creato dei patti occulti per impedire l’acquisto di Antonveneta da parte dell’istituto olandese Abn Amro e favorire così la Banca popolare di Lodi. Tali accordi sarebbero stati favoriti anche dall’intervento dell’ex governatore della Banca d’Italia. Imputati, oltre a Fazio, anche l’ex amministratore delegato di Bpi, Giampiero Fiorani e il presidente e gli ex vertici di Unipol Giovanni Consorte e Ivano Sacchetti. Fiorani ha chiesto in sede di udienza preliminare il patteggiamento per tutti i reati a lui contestati tranne l’aggiotaggio. Nel maggio 2008 ha patteggiato 3 anni e 3 mesi per associazione a delinquere, truffa e appropriazione indebita. Altri imputati sono stati portati a processo con rito abbreviato. Fra questi Aldo Brancher, ex ministro per l’attuazione del federalismo, che è stato condannato il 28 luglio scorso a due anni di reclusione e 4mila euro di multa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    07 Marzo 2011 - 19:07

    Ti sei mangiata la I perchè avrai avuto fame.Io ho sempre una fame da lupi e si vede.

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    26 Febbraio 2011 - 11:11

    Mi sono mangiata la I. Prego, non copiare.! Si scrive sufficIente.

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    24 Febbraio 2011 - 19:07

    Il processo in questione avrebbe dovuto includere anche Fassino, D'Alema e Latorre, ma l' acquisizione delle intercettazioni non hanno avuto l' Ok dal parlamento. Il nome di Clementina Forleo Le suggerisce qualcosa? Se la risposta é negativa accetti un suggerimento : si documenti

    Report

    Rispondi

  • 44carlomaria

    24 Febbraio 2011 - 15:03

    Aspettiamo con fiducia la sentenza, per ora, dopo quasi sei (6) anni, vi è solo una richiesta del PM di Milano. Berlusconi è già stato condannato, dagli stessi PM perché ha fatto bunga-bunga sei(6) mesi fa. La giusta giustizia. Meditate gente di poca fede e attenti che stanno impallinando anche i comunisti. Chi di giudice ferisce di PM perisce. Asvedommia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog