Cerca

Fmi: Pil mondiale ai minimi

A rischio 50 milioni di posti

Fmi: Pil mondiale ai minimi
Il pil mondiale toccherà quest'anno al più basso livello dalla seconda guerra mondiale. Secondo il Fondo Monetario Internazionale "l'economia mondiale sta attraversando la peggior crisi del dopoguerra". Lo dimostra soprattutto il fatto che il Pil globale nel 2009 crescerà appena dello 0,5%, secondo le stime pubblicate nel World Economic Outlook: il tasso più basso da oltre 60 anni. Ma all'Italia, come è stato anticipato, andrà molto peggio: -2,1% nel 2009 e -0,1% nel 2010. Le stime dell'Fmi sono state tutte riviste al ribasso rispetto alle previsioni pubblicate a novembre. In particolare per l'Italia in novembre il Fondo aveva stimato una contrazione dell'economia dello 0,6% nel 2009.
E se la crisi economica globale durasse più a lungo del previsto, ci saranno dai 18 ai 30 milioni di disoccupati in più, nella migliore delle ipotesi. Ma potrebbero arrivare anche fino a 50 milioni entro fine anno. È questa la drammatica previsione dell'Ilo, l'organizzazione internazionale del lavoro, stilata nel Rapporto 'Global employment trends'. Il numero di persone che rischia di finire in povertà, in questo scenario, potrebbe salire a 200 milioni, di cui gran parte nei paesi più sviluppati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog