Cerca

Istat, pil rivisto al rialzo. Nel 2010 cresce dell'1,3%

L'Istituto cambia il dato per gli effetti del calendario, che passa dall'1,1% all'1,2%. Bene anche il quarto trimestre

Istat, pil rivisto al rialzo. Nel 2010 cresce dell'1,3%
Il Pil italiano, non corretto per gli effetti di calendario, è cresciuto dell’1,3% nel 2010. E' quanto comunica l’Istat confermando le sue stime preliminari. L'istituto di statistica ha invece rivisto al rialzo dall’1,1% all’1,2% il dato corretto per gli effetti di calendario. Meglio delle anticipazioni anche i numeri del quarto trimestre con un incremento congiunturale dello 0,1% e uno tendenziale dell’1,5 per cento. La stima preliminare diffusa il 15 febbraio scorso aveva rilevato un aumento congiunturale dello 0,1% e una crescita tendenziale dell’1,3 per cento. Il quarto trimestre del 2010 ha avuto due giornate lavorative in meno del trimestre precedente e lo stesso numero di giornate lavorative del quarto trimestre del 2009. La crescita acquisita per il 2011 è pari allo 0,4 per cento.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • libero

    30 Marzo 2011 - 10:10

    1)Italia al palo nella crscita;2)una famiglia su tre a rischio;3)redditi delle famiglie in calo.........ebbene?

    Report

    Rispondi

  • libero

    30 Marzo 2011 - 10:10

    vorrei capire come il rialzo del Pil,deficit commerciale e riduzione dei consumi possano andare d' accordo:per me,uomo della strada,il carro va nella direzione giusta quando tutti tirano nella stessa direzione

    Report

    Rispondi

  • ed7

    11 Marzo 2011 - 14:02

    la disoccupazione è a livelli insostenibili...tra poco ci sarà una guerra civile se porteranno avanti solo la riforma della giustizia

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    11 Marzo 2011 - 14:02

    queste sono notizie che bersani non vorrebbe mai sentire mentre la Bindi ha avuto un turbamento gridando: “ No! L’economia che migliora … no! Ma i magistrati che dicono?"

    Report

    Rispondi

blog