Cerca

Lactalis-Parmalat, aperta inchiesta per aggiotaggio

Ordinato un fascicolo contro ignoti. I francesi hanno acquisito il 29% del gruppo italiano, ma l'esposto era stato presentato a febbraio

Lactalis-Parmalat, aperta inchiesta per aggiotaggio
Il pm Eugenio Fusco della Procura di Milano ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per la vicenda che ha portato il gruppo francese Lactalis a detenere un pacchetto complessivo pari al 29% in Parmalat. L'accusa avanzata è quella di aggiotaggio. La società transalpina ha raggiunto questa quota dopo l'acquisto del 15,3% dai fondi esteri Skagen, MacKenzie e Zenit. L'amministratore delegato del gruppo alimentare di Collecchio Enrico Bondi è stato già sentito dagli inquirenti come persona informata dei fatti. In ogni caso, l'inchiesta nasce da un esposto presentato a febbraio, prima del passaggio del pacchetto azionario al gruppo francese di Lactalis. Al centro dell’indagine una serie di comunicati diretti al mercato azionario al seguito dei quali il titolo di Parmalat si era apprezzato. Quindi l’attenzione della procura non è centrata direttamente sull'operazione Lactalis ma riguarda la situazione del titolo nel periodo antecedente l’operazione dei francesi.

CONSEGUENZE IN BORSA - L'apertura dell'inchiesta ha provocato un rallentamento di Parmalat a Piazza Affari. A circa un quarto d’ora dalla chiusura, il titolo del gruppo guadagna lo 0,42% a 2,37 euro con un volume di scambi pari a oltre 32 milioni di pezzi.

SARKOZY NON COMMENTA -  Il presidente francese Nicolas Sarkozy si è detto "impreparato" sulla vicenda Lactalis/Parmalat e non commenta neanche la decisione del governo italiano di approvare un decreto legge antiscalata. "La domanda mi coglie di sorpresa, non sono preparato e non ho una posizione", ha detto al termine del Consiglio europeo. "Berlusconi vuole telefonarmi?", ha aggiunto scherzando. "Lo farò parlare con mia moglie, in italiano".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • towal77

    28 Marzo 2011 - 11:11

    Speriamo che la Parmalat non venga mai acquisita dalla Lactalis . La Galbani, prima di passare nelle mani di questi signori, produceva ottimi in primis la mozzarella che ora ha un sapore completamente diverso . Prodotti che perdono l'identità italiana, sinceramente non buoni , non distruggete anche Parmalat per piacere..

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    26 Marzo 2011 - 16:04

    Il colosso agroalimentare francese implicato nello scandalo del formaggio? Che schifo!

    Report

    Rispondi

  • nlevis

    26 Marzo 2011 - 10:10

    stia attento a far battute sciocche e pseudo ironiche: si fida molto della bella Caludià e... ricorda tanto Fini

    Report

    Rispondi

blog