Cerca

Fmi: "Bene i conti pubblici italiani. Economia solida"

Il Fondo promuove Tremonti e aggiunge: "Vorremmo però crescita più rapida". Il Ministro: "Avanti con i decreti"

Fmi: "Bene i conti pubblici italiani. Economia solida"
Il Fondo Monetario Internazionale promuove l'Italia e Giulio Tremonti. Antonio Borges, il capo della delegazione del Fmi, nel corso della conferenza stampa con il ministro dell'Economia, ha sottolineato: "L'Italia è sulla giusta strada. Siamo fiduciosi sul fatto che l'Italia sia sul percorso giusto. Continua la ripresa, il consolidamento di bilancio e la rafforzata stabilità finanziaria stanno rendendo l'economia più resistente e ci sono i prerequisiti per la crescita". Borges ha poi aggiunto che, tuttavia, "vorremmo vedere una crescita economica più veloce".


"PROGRESSI SIGNIFICATIVI" - Il rappresentate del Fmi ha sottolineato come il Belpaese "ha fatto progressi significativi sulle finanze pubbliche, migliorando significativamente i conti". Il capo delegazione ha detto di "essere felice" e di "sostenere l'obiettivo del pareggio di bilancio nel 2014". Per l'Italia rimane però il problema della lenta crescita. Borges ha sottolineato che si tratta di un problema legato a questioni "strutturali, quindi servono sforzi sul lungo periodo". L'Italia, ha aggiunto, "cresce, ma meno del resto dell'Unione Europea".

TREMONTI: "AVANTI COI DECRETI" - Il ministro Tremonti, nel corso della conferenza stampa, ha fatto una premessa: "Cercheremo di ridurre la manomorta dell'economia". Il ministro, facendo poi riferimento al dl sviluppo, ha assicurato: "Abbiamo fatto un decreto e continueremo a fare altri decreti" per indirizzare l'economia e sostenere il Paese con misure come quelle già introdotte per la ricerca scientifica. "Abbiamo fatto alcune riforme strutturali - ha proseguito - come il federalismo, le pensioni e la scuola. Sappiamo che dobbiamo continuare su quella strada".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • papale

    14 Maggio 2011 - 19:07

    caro ministro tremonti non le pare giunto il momento di dare mano alla approvazione del decreto legge che avevate promesso. Credo sia d'accordo sul fatto che la spesa pubblica diminuirebbe. e poi un po' di etica non farebbe male......

    Report

    Rispondi

  • libero

    13 Maggio 2011 - 15:03

    la prima risposta a Tremonti e' arrivata dalla Sardegna.

    Report

    Rispondi

  • beylerbey

    12 Maggio 2011 - 19:07

    Non è difficile dire cosa non va bene, ci riuscirebbe anche mia figlia di 3 anni! Meno facile PROPORRE qualcosa di CREDIBILE e che FUNZIONI. Attendo anche solo 1 proposta concreta.....se non dovesse arrivare, poco male, però che barba e che noia stare sempre a leggere che NIENTE FUNZIONA, che NULLA VA BENE.... lo sappiamo, tutti. Proporre è 1 esercizio molto + difficile che criticare. Uffa che noia.......dover spiegare lo scontato ed il banale..... Cordialmente.

    Report

    Rispondi

  • ciccetto

    12 Maggio 2011 - 09:09

    Secondo me Tremonti ci crede davvero. La sua dimensione in fondo è quella di chi nasce per fare le dichiarazioni dei redditi ai commercianti, non possiamo pretendere di più da lui.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog