Cerca

L'Ue stoppa i rating-mannaia: "No per i Paesi da salvare"

Il commissario Barnier: "Vietiamo i giudizi di agenzie per gli Stati sotto aiuti internazionali". Un freno agli eccessi di Moody's & Co

L'Ue stoppa i rating-mannaia: "No per i Paesi da salvare"
La Commissione Ue prepara il paracadute all'Eurozona: stop al rating per i Paesi in fase di salvataggio. Ad annunciarlo è stato lo stesso commissario dell'Unione al mercato interno, Michel Barnier, in un discorso pronunciato a Parigi e diffuso poi a Bruxelles. La Commissione chiederà alla presidenza polacca di turno della Ue "di inserire questo argomento nell'agenda del prossimo Ecofin". La proposta è di indurire le regole che si applicano alle agenzie di rating, impedendo loro di emettere giudizi su paesi che sono oggetto di un piano di aiuti internazionale condizionando così anche i mercati. "Ovviamente, bisognerà studiare e guardare bene una tale interdizione", ha detto Barnier. Le agenzie di rating sono finite ancora recentemente nell'occhio del ciclone in seguito alla decisione di Moody's del 5 luglio scorso che ha tagliato il rating sovrano del Portogallo a junk (spazzatura) portandolo al livello 'Ba2' da 'Baa1', con outlook negativo. La reazione della Bce era stata immediata: il presidente Jean-Claude Trichet ha definito le agenzie di rating "una piccola struttura oligopolistica". Il presidente della Commissione Ue Josè Manuel Durao Barroso aveva criticato le analisi di Moody's, rilanciando la proposta per un'agenzia di rating europea. "Non si tratta di rompere il termometro di fronte alle difficoltà reali di certi Stati", ha detto il commissario Barnier, parlando davanti all'Autorità europea di regolamentazione dei mercati finanziari. "Ma quando uno Stato è membro della Ue e beneficia della solidarietà dei suoi partner, quando segue un programma di sostegno internazionale, non si può non tenerne conto - ha indicato Barnier -. E in certe condizioni, bisogna anche chiedersi, come ha fatto la signora Lagarde (nuova direttrice del Fmi, ndr), se bisogna permettere i rating sovrani quando uno stato è sotto programma internazionale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    11 Luglio 2011 - 17:05

    adesso come faranno gli speculatori a rubarci i capitali?Adesso che si sono fregati tutto mettono un freno.Viva l'Europa unita.

    Report

    Rispondi

blog