Cerca

Borsa, dopo l'onda di ottimismo Chiusura piatta Ftse Mib -0,15%

Le piazze europee aprono in positivo dopo il "piano Marshall" per chiudere in sostanziale parità. Calo dei bancari

Borsa, dopo l'onda di ottimismo Chiusura piatta Ftse Mib -0,15%
Ancora una seduta di rialzo per le Borse europee, che però avevano iniziato la giornata con buon slancio per poi frenare nel finale. L'indice Stxe 600, che fotografa l'andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, è cresciuto di poche frazioni di punto, con Milano e Zurigo contrastate e gli altri mercati in aumento non superiore al punto percentuale. L'unica eccezione è rappresentata dalla piazza azionaria di Atene, che ha ben sfruttato l'accordo europeo per un nuovo salvataggio della Grecia: la Borsa ellenica è salita del 5,91% con l'indice generale e del 7,51% con quello dei 20 titoli principali. Piazza Affari archivia la seduta in lieve flessione con l'indice Ftse Mib che lascia sul terreno lo 0,15% a 19.461 punti, positivi invece l'indice All Share a 20.153 euro (+0,06%) e lo Star che chiude in progresso dell'1,05% a 11.611 punti. La chiusura degli indici dei titoli guida delle principali Borse europee: Londra +0,60% - Parigi +0,68% - Francoforte +0,50% - Madrid +0,42% - Milano -0,15% - Amsterdam +0,52% - Stoccolma +0,26% - Zurigo -0,17%

Cedono i bancari -
Si riduce l'ottimismo nelle Borse europee  i gruppi bancari che si muovono in direzioni diverse. Unicredit cede il 3,77%, Intesa SanPaolo il 2,42%, e Ubi il 3,02% incidendo in modo determinante su Piazza Affari, che ora oscilla tra territorio positivo e negativo. Tra gli altri finanziari Generali segna un +2,08%, Unipol +2,23%.   Bene l’energia, con Enel Green Power (+3,57%), Eni +0,89%, Terna +1,42%. Sprinta Edison (+5,64%). Telecom sale dell’1,43%


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog