Cerca

I costruttori insultano Matteoli Lui replica: non ci sono soldi

All'assemblea dell'Ance fischi e urla contro il ministro alle Infrastrutture: "Vergogna, non fate niente". Lui si difende poi se ne va

I costruttori insultano Matteoli Lui replica: non ci sono soldi
Fischi e contestazioni per il ministro alle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli all'assemblea dell'Ance (guarda il video), l'Associazione nazionale dei costruttori edili. Mentre il titolare del dicastero di Porta Pia elencava nel suo intervento dal palco gli interventi e le misure messe in atto dal governo sul fronte delle infrastrutture, la platea ha cominciato a rumoreggiare e fischiare e molti dei partecipanti hanno lasciato la sala, invitando gli altri associati a seguirli. "Usciamo, vergogna, basta", hanno urlato alcuni costruttori all'indirizzo di Matteoli. Grida condite da diversi insulti.

"Soldi non ce ne sono" - A protestare sarebbero stati soprattutto i giovani imprenditori dell'edilizia. "Non le hai scritte tu - hanno gridato riferendosi alle parole pronunciate dal ministro -, potevi almeno leggerle prima di venire qui". Dal canto suo, Matteoli ha interrotto per qualche istante il discorso, per poi riprenderlo. "Mi rendo conto dello stato d'animo degli imprenditori in un momento di scarsità di risorse e di crisi economica e finanziaria - ha commentato , aggiungendo -: soldi non ce ne sono. Il finanziamento per le infrastrutture avviene attraverso la defiscalizzazione''.


"I contestatori? Erano cinque" - Alcuni contestatori hanno poi spiegato: "Stiamo in una situazione drammatica, le nostre imprese chiudono e questo governo non fa assolutamente nulla. Se ne devono andare a casa". E ancora: "E' venuto senza sapere di cosa parlava. Non ha dato né risposte né proposte e ci ha confermato che non c'è niente in pentola per il futuro". Minimizza invece il sindaco di Roma Gianni Alemanno. "I contestatori? Erano cinque - ha detto - la gran parte della gente è rimasta in sala e lo ha ascoltato con rispetto".
Il rapporto - In apertura di lavori, il presidente di Ance, Paolo Buzzetti ha comunicato che, secondo le stime dell'ente, dall'inizio della crisi i posti di lavoro persi  nelle costruzioni sono stati circa 230mila. I numeri raggiungono le 350 mila unità se si considerano anche i settori collegati alle costruzioni. Nel rapporto congiunturale diffuso durante l'assemblea, l'Ance stima che il momento di difficoltà che investe il settore delle costruzioni "proseguirà anche nel 2012". "In assenza di misure che possano produrre effetti immediati sulla produzione" si prevede "un'ulteriore riduzione degli investimenti in costruzioni del 3,2% in termini reali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    29 Settembre 2011 - 14:02

    L'invito non era per tutti; quindi non erano elementi di partitt politici. Ha detto ''non ci sono soldi'' Occorrva aggiungesse ''ce li siamo manigiati noi''. E i presenti lo sapevano . Poco male; ad una nullità, i fischi non arrivano. Che ha fatto in questi anni? Il Ponte? La Tav? NO: ha fatto soldi (nostri). Comunque poveraccio.

    Report

    Rispondi

  • Marco40

    29 Settembre 2011 - 08:08

    si sente dire la verita',sara' amara,ma almeno viene confermato quello che gli Italiani(anche i vinti), sanno e dicono sottovoce.Questo ministro,ha capito una cosa,che gli altri ,duri di comprendonio non hanno ancora capito:il vento sta cambiando(legge elettorale),e,Lui si prerpare per essere rieletto.

    Report

    Rispondi

  • seve

    29 Settembre 2011 - 00:12

    Quello che ha detto ,lo sapevamo già , però c'è qualche male informato che li chiama fascistelli , io ben lungi dall'essere fascista , ne di famiglia poi voltagabbana , non mi chiamo ne Romano ne Bruno ne Galeazzo ne italo ne giù di lì , ma il duce di cose ne ha fatte , loro fanno compassione , i soldi sono spariti in voragini di malaffare e opere inutili. Siamo proprio messi male , non si tratta di dx o sx sono proprio tutti , PIAZZA PULITA.

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    28 Settembre 2011 - 21:09

    erano del PD anzi del sistema sesto

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog