Cerca

Come previsto: l'aumento Iva ha fatto schizzare i prezzi

Dalla benzina alle sigarette: le associazioni dei consumatori hanno monitorato i rincari in tutto il Paese, aumenti anche del 7%

Come previsto: l'aumento Iva ha fatto schizzare i prezzi
Dal 17 settembre per effetto della manovra è scattato l'aumento dell'Iva dell'1%. Risultato?  I prezzi sono aumentati anche del 7%. Le associazioni dei consumatori lo avevano annunciato che i prezzi sarebbero andati alle stelle  e - secondo quanto riporta il Corriere della Sera - le previsioni non sono state smentite. E' aumentato il prezzo della benzina, le sigarette sono aumentate in media del 4% con punte del 5% per il tabacco trinciato. L'Adoc, l'associazione per la difesa e l'orientamento dei consumatore ha monitorato alcuni negozi per rendere conto dell'aumento dei prezzi. E si ha un'idea di quanto, l'aumento dell'Iva, abbia condizionato l'aumento dei prezzi. Qualche esempio concreto: per fare un corso di nuoto potremmo spendere fino al 5% in più, per un aperitivo aumenti anche del 3,2%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fatti neri

    01 Ottobre 2011 - 22:10

    Carburante gasolio 50 spesa alimentare 160 telefono mobile 10 oltre i 20 per un libro scolastico "nuova edizione": totale 240 senza far girare l'economia dei servizi.Per quella ci sono i figli, altri spiccioli....come altri spiccioli di spesa occorrono per il resto settimana. Mettiamoci le utenze e le tasse e trasporti rifacciamo il conto considerando gli aumenti vari, il gas lo dicono ma anche 30 euro di tasse scolastiche in più lo sono. SIAMO FALLITI IN PARTENZA altro che popolo di risparmiatori, popolo che si sta mangiando i risparmi dei padri direi .

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    30 Settembre 2011 - 23:11

    Ma rapportandolo al reddito (ed in molti casi é possibile ma non lo si fa). Questa é la grande manchevolezza. Dove é finita la lotta alla evasione? Se ne parla un po' ma non si fa nulla di concreto per evitarla. Sarebbe sufficiente vedere la reale proprietà degli yachts nei porticciuoli; le auto di lusso comperate. Ma basta anche mettersi accanto alla porta di una banca monegasca. Vi ho lavorato e ne ho visti di volti che appaiono in TV.... Alcune banche rifiutano depositi inferiori ai 500mila euro...

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    30 Settembre 2011 - 16:04

    fate controllare chi dovrebbe , per esempio i vigili urbani che stanno a fare? facciano un giretto per i negozi a controllare i prezzi prima e post aumento iva e se c'è aumento a scopo di lucro sanzioni e sanzioni. ma il sindaco non emetterà mai un'ordinanza del genere 1° perchè non è scemo (come farebbe ad accontetare tutti e a riprendere voti) 2° perchè ti dirà mica faccio lo sceriffo.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    30 Settembre 2011 - 14:02

    mi fa piacere

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog