Cerca

I furbetti europei dei mutui: banche che taroccano i tassi

Bruxelles accusa alcuni istituti di credito di manipolare l'Euribor. Perquisite le sedi. In Italia i pm indagano Consob e Bankitalia

I furbetti europei dei mutui: banche che taroccano i tassi
Attenzione. Allarme rosso: carte truccate e accordi segreti in banca per fregare la clientela.  Con gli interessi di prestiti e   mutui  alle stelle. Bruxelles, con un’inchiesta lampo, mette nel mirino gli istituti di credito europei e punta il dito contro le «manipolazioni» dei tassi interbancari, come l’Euribor. Siamo alle solite, verrebbe da dire. Del resto le bufale, allo sportello, sono praticamente la regola. E non solo in Italia.  La bomba lanciata dall’Unione europea potrebbe avere effetti devastanti. Per ora si tratta di sospetti. Ma se fossero confermati, si aprirebbero scenari clamorosi.

Fatto sta che la Commissione Ue, responsabile di vigilare sulla concorrenza in Europa, ha annunciato ieri mattina di aver avviato una serie di ispezioni presso società finanziarie attive nei prodotti derivati sui tassi d’interesse interbancari (Euribor), dietro il sospetto di violazioni delle norme Antitrust.
«La Commissione teme che le società coinvolte abbiano potuto violare le regole antitrust che vietano i cartelli», ha riferito Bruxelles in un comunicato in cui non vengono citati i nomi delle società in questione. Le ispezioni si sono svolte martedì.

L’ipotesi, come accennato, ruota attorno alla creazione di   un maxi cartello sul calcolo dell’Euribor. Si tratterebbe di un’intesa fra gli istituti volta a tenere alti i tassi interbancari per alzare le commissioni sul denaro prestato sia alle imprese sia alle famiglie. L’Euribor è il riferimento anche per le operazioni con altri prodotti finanziari come swap e futures. Uno dei tassi più importanti per i mercati: è quello che le banche praticano tra loro nel commercio di depositi e altri valori, con una validità variante tra una settimana e dodici mesi. 

C’è chi getta acqua sul fuoco, con l’intenzione di circoscrivere il dossier. È il caso di Cedric Quemener, responsabile di Euribor-Ebf. Il quale ha spiegato che solo poche delle 44 banche che compongono il panel per la determinazione dell’Euribor (rilevato alle ore 11 dal lunedì al venerdì) sono state «visitate» dai commissari dell’Antitrust Ue e che sarebbe «quasi impossibile» manipolare il tasso. Un «quasi», quello di Quemener, che pesa come un macigno.

«Abbiamo totale fiducia nella gestione dell’Euribor. Con così tante banche coinvolte nel definire i tassi, fissare un tasso in modo artificiale sarebbe impossibile. Credo che la Commissione non conosca bene come questi indici sono fatti. Siamo pronti ad aiutarli». Tra le banche oggetto di ispezione, secondo quanto riportato ieri dall’agenzia di stampa Reuters, ci sarebbe Deutsche Bank che non ha commentato la questione. Fari accesi anche in Gran Bretagna. Un banchiere londinese, che però ha voluto mantenere l’assoluto anonimato, ha detto che «si è trattato più di una visita che non di una perquisizione». 

Intanto ieri la procura di Roma ha avviato un’indagine su Consob e Bankitalia, nell’ambito del caso sul Madoff dei Parioli e le truffe ai vip della Capitale da 300 milioni di euro. La procura vuole verificare la corretta funzione di vigilanza esercitata dalle due authority.

di Francesco De Dominicis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nico_72

    20 Ottobre 2011 - 11:11

    Sempre Noi un titolo che dice tutto: siamo sempre noi a pagare per gli errori di altri... le banche vengono salvate e così anche i nostri risparmi, e cosa fanno loro invece di aiutarci ci caricano di spese. L'euribor aumenta e così le rate dei nostri mutui ma aumenta non seguendo le regole del mercato. Non capisco come mai le banche ricevono i soldi dei contribuenti per salvarle e loro per contro partita aumentano i tassi euribor e lo speed , davvero non capisco chi è dietro a queste manovre speculative. Il mio augurio che i pm che indagano facciano chiarezza e la Comunità Europea e anche la BCE controlli affinchè ci sia un reale tasso euribor!!

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    20 Ottobre 2011 - 09:09

    che sia la volta buona che vengano fuori tutti gli altarini delle banche ad iniziare da quella riguardante la stampa della carta moneta?Mah mi sembra strano che i PM vadano a ficcare il becco nei loschi affari delle banche.Finirà come al solito all'Italiana....Tarallucci e prosecco.E intanto io pago. Cordialità.

    Report

    Rispondi

blog