Cerca

Marcegaglia: No ai prelievi sui conti, meglio la patrimoniale

Il numero uno di Confindustria al B20: Chi ha di più dia di più. La proposta Ichino sui licenziamenti? Se ne può discutere

Marcegaglia: No ai prelievi sui conti, meglio la patrimoniale
Decisioni "immediate" da parte del governo, "responsabilità" dall'opposizione. Emma Marcegaglia torna a dettare la linea alla politica italiana. Intervenuta all'Hotel Martinez di Cannes, dove sta andando in scena il summit degli industriali dei paesi del G20, il presidente di Confindustria ha detto la sua sulla situazione del Paese, "oggettivamente di pericolo": "Abbiamo chiesto di fare presto e che il governo venga a Cannes con riforme già approvate e non con una lista di cose da fare", ha detto la Marcegaglia specificando che per l'Italia "servono riforme strutturali, misure per la crescita, come semplificazioni, liberalizzazioni, norme che favoriscono gli investimenti infrastrutturali, misure sulle pensioni, per stabilizzare la spesa pubblica".  Nessuna misura straordinaria, dunque. "Meglio una patrimoniale o una Ici", finalizzate però ad abbassare le tasse a imprese e lavoratori, misura questa che "può aiutare la crescita". "E' un momento difficile - ha ribadito Marcegaglia - e chi ha di più dia di più".

Decisioni e responsabilità - Quando al lavoro e licenziamenti, Marcegaglia ritiene che la proposta di Ichino "è una base su cui discutere". "Ognuno deve cercare di fare il meglio per sè, bisogna essere competitivi". Sull'Italia, il presidente di Confindustria ha fatto presente che "quello che è successo ieri è molto grave e preoccupante, c'è un rischio di credit crunch. Rischiamo di bloccare il Paese e non ce lo meritiamo. Si può distruggere in poco tempo quello che è stato costruito in decenni. Servono dunque decisioni del governo e poi una responsabilità da parte dell'opposizione".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gitex

    05 Novembre 2011 - 17:05

    chi più ha più deve dare.

    Report

    Rispondi

  • sassoli

    03 Novembre 2011 - 17:05

    Lei parla troppo e parla male e parla a vanvera e parla parla non dice un c..., perchè non assume 100 giovani nelle sue aziende così da subito il buon esempio..anche Lei vorrebbe fare il dopo Silvio, tanto come Lui "A parte le sue festicciole" come ciabbiamo tutti , "più o meno" non sarà mai : 1. dica a L.M. le magliette Ferrari si fanno in italia no in cina; 2. sembra dai giornali che abbia l'acciao scaduto, me ne parli un pò Lei se vuole fare politica si canditi e poi potrà rompere i coglioni che vuole ma altrimenti ....faccia la sua parte in azienda e lasci stare Silvio, ma una domanda ve la siete mai fatta? Ma se Silvio non c'era tutti i casini mondiali guerre, alluvioni crisi economica, la grecia, il matrimonio di sarkosì, non esistevono????? BERSANI HA DETTO BERLUSCONI SE NE VADA E POI SI VEDRA' .. Io sono stato sul punto di buttarmi giù dal tetto... roba da matti........o o o o guardate sono tutti così..... su Fini verò dopo

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    02 Novembre 2011 - 20:08

    la smetta di dire fregnacce, invece dica ai suoi iscritti di smetterla di portare le industrie dove la manodopera costa quasi niente e di vendere poi i loro prodotti in italia a prezzi alti più che se fossero stati prodotti in italia. E poi, chissà, magari anche lei ha qualche industrietta all' estero ?

    Report

    Rispondi

  • franz k

    02 Novembre 2011 - 19:07

    Sua altezza Marcegaglia ha sempre la ricetta pronta.....scommetto che se la mettono a fare il presidente dell'Inter al posto di Moratti riuscirebbe perfino a fare peggio di lui, che almeno, usa i propri soldi.Lei invece vorrebbe usare quelli delle ns pensioni per fare i propri comodi.Parafrasando il grande Moretti direi che con questi dirigenti gli industriali faranno tanta strada ma non andranno lontano.

    Report

    Rispondi

blog