Cerca

Profumo rischia la liquidazione Unicredit gliela fa pagare

Caso Brontos, la banca vorrebbe congelargli la buonuscita di 40 milioni di euro. Ma poi smentisce l'indiscrezione di MF

Profumo rischia la liquidazione Unicredit gliela fa pagare
In attesa che il Tribunale del Riesame si pronunci sull'istanza avanzata dai legali di Unicredit per ottenere la revoca del maxi-sequestro da 245 milioni di euro nell'ambito dell'inchiesta "Brontos" condotta dalla Procura di Milano, ai piani alti di Piazza Cordusio si sta valutando la possibilità di rivalersi sull'ex amministratore delegato Alessandro Profumo. Lo si riporta un articolo di MF che spiega che Unicredit sta ragionando sulla possibilità di verificare se il comportamento di Profumo, ora indagato per il reato di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici, possa aver arrecato o meno un danno alla banca e, nel caso, quale strada poter seguire per rivalersi nei suoi confronti. Iniziativa che avrebbe un profilo giuridico incerto, considerato che è difficile valutare se il solo sequestro preventivo dei 245 mln, disposto dal gip nel procedimento penale, possa essere considerato nell'ambito di un'eventuale azione civile contro Profumo, un danno arrecato a Unicredit. Un altro elemento che potrebbe rendere complicato promuovere un'azione di responsabilità nei confronti dell'ex ceo è il coinvolgimento di altri top manager di Piazza Cordusio tuttora in carica nell'inchiesta della Procura di Milano sulla presunta frode fiscale.

Ma Unicredit smentisce. Con una nota la banca spiega che "non sta valutando azioni di responsabilità nei confronti di Alessandro Profumo o di altri dipendenti" a causa della vicenda Brontos.L'istituto inoltre «ribadisce la propria convinzione circa la correttezza del proprio operato e di quello dei propri esponenti e dipendenti, sia in carica che cessati». Inoltre «qualsiasi altra posizione ovvero indiscrezione che muova da presupposti differenti è totalmente priva di fondamento, fortemente lesiva della reputazione della banca e dei propri esponenti e dipendenti e viene pertanto categoricamente smentita».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog