Cerca

Al via lo sciopero dei mezzi Domani si fermano i benzinai

E' cominciata l'agitazione dei mezzi di trasporto pubblico, si tratta per scongiurare la protesta dei distributori di carburante

Al via lo sciopero dei mezzi Domani si fermano i benzinai

Oltre alla pioggia, anche gli scioperi rendono difficile questa settimana. E' iniziato questa mattina alle 6 lo sciopero di 24 ore del trasporto pubblico (ma non dovrebbero saltare più del venti per cento delle corse). Disagi anche per chi si muove in auto: Domani iniziano i primi tre giorni di sciopero dei benzinai. La Liguria e la Toscana saranno escluse dalla protesta per gravare ulteriormente sulle popolazioni già in ginocchio per il nubifragio.  Sono ancora in corso le trattative per evitare l'agitazione. I benzianai chiedono da anni la riforma della distribuzione dei carburanti.

Luca Squeri, presidente della Figisc-Confcommercio ribadisce: «Il punto centrale della trattativa è bonus fiscale che da 17 anni caratterizza questo settore, e ne è ormai diventato una parte strutturale: scade a fine 2011, e ne chiediamo il rinnov. C'è anche il rischio di una decurtazione retroattiva dello stesso bonus: come dire, oltre al danno la beffa di una richiesta ai gestori di rimborsare dei soldi, una cosa preoccupante»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • darkstar

    08 Novembre 2011 - 13:01

    "Rinnovo del bonus" cioé, come al solito vogliono che un beneficio temporaneo diventi permanente, vogliono dei privilegi altrimenti bloccano tutto e spaccano tutto, stile i famigerati "disoccupati organizzati" di Napoli. Puntualmente il paese deve rimanere ostaggio di pochi facinorosi. Basterebbe che lo stato desse, per esempio un bonus di 20 centesimi per un mese a chi non scioperasse, in modo da far fallire gli arroganti furbastri che, puntualmente impongono i loro interessi minacciando sempre scioperi e serrate.

    Report

    Rispondi

blog