Cerca

Banche, per darti 10mila euro ti fanno aspettare sette giorni

Alcuni istituti di credito hanno irrigidito le procedure per i prelievi: sempre più difficile anche la concessione dei mutui

Banche, per darti 10mila euro ti fanno aspettare sette giorni

Sono talmente serrati, i rubinetti degli istituti di credito italiani, che perfino Arsenio Lupin è in seria difficoltà quando “bussa” allo sportello. C’è la crisi e la liquidità scarseggia anche per i ladri. Secondo gli ultimi dati Abi diffusi ieri, il bottino medio delle rapine in banca (sempre  meno, per fortuna) è calato a 21mila euro (-11,3%) nei primi sei mesi del 2011. Vuol dire che i malviventi trovano meno cash nelle agenzie bancarie in cui fanno visita? Forse. Di sicuro, quello del contante comincia a essere un serio problema per i correntisti. Stando a indiscrezioni circolate ieri, alcune banche avrebbero drasticamente irrigidito le procedure interne per i prelievi . Un paio di esempi: per  somme superiori a 2.500 euro si possono attendere fino a 3 giorni, mentre per 10.000 euro l’attesa passa a una settimana.  

 Non solo. Sono diventate un percorso a ostacoli anche le istruttorie per la concessione di mutui. E ottenerne uno  con durata superiore a 20 anni, peraltro, è una vera e propria mission impossible. Per non parlare delle imprese che per chiedere finanziamenti, anche di piccolo importo, devono fare i salti mortali. Soffrono in particolare le pmi. Che  quando  riescono a ottenere un po’ di credito sono costrette  a pagare   interessi da capogiro. Un recente studio della Banca d’Italia rivela  infatti che con la crisi «gli aumenti del costo del credito sono stati maggiori per le imprese più piccole».  Altro discorso è   il pressing sui clienti perchè sottoscrivano obbligazioni della loro banca di fiducia, talvolta anche in sostituzione dei titoli di Stato. Che, quando fa comodo, vengono indicati come rischiosi visti  i rendimenti alle stelle. Sta di fatto che la clientela retail diventa per gli istituti di credito un canale di approvvigionamento di liquidità importante in una fase in cui è praticamente fermo il mercato interbancario. Con buona pace della correttezza, della trasparenza e della buona fede delle banche. 
di Francesco De Dominicis

twitter@DeDominicisF

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • FRANSUA

    03 Dicembre 2011 - 12:12

    IL 3MILLENNIO;prima cosa,BUONGIORNO!!!!questo che vi sto dicendo non e' uno scherzo!!e'un ripristino totale di tutto il sistema, (lo so siete passati a leggere,ci sono errori di ortografia ,e questo lo so! "ma non posso far correggere un sistema ad un'altra persona"capite cosa voglio dirvi.fra i miei errori di ortografia e i loro che anno causato la crisi i miei sono tollerabbili E NON CI RIMET......TE NESSUNO. QUESTO E IL LINK DOVE TROVERETE UNO DEI MESS. INVIATI A PALAZZO QUIRINALE A ROMA.: http://www.facebook.com/topic.php?uid=117049134974003&topic=557 LEGGETE !!!! QUESTO E IL LINK DEL 3MILLENNIO!!! http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Ffransua.beepworld.it%2F&h=YAQH5x4r9AQGx3K_BR4rXcOv0GWhvZ8KapvHuMaJWs1hLWQ QUESTO SU FACEBOOK!!! http://www.facebook.com/group.php?gid=117049134974003Visualizza CIAO A TUTTI!!!!!! "S.O.S."Visualizza altro

    Report

    Rispondi

  • Gianluca_64

    01 Dicembre 2011 - 15:03

    sono tre anni che gli imprenditori fanno le ore piccole per far quadrare i conti e cavarsi fuori da questa crisi di m...a ... e adesso falliscono le banche. grandi manager, complimenti. I segnali ci sono tutti: andate in banca, chiedete di aumentare la vostra linea di credito, chiedete un finanziamento anche a breve termine. sapete cosa rispondono i cervelli? ne parliamo a gennaio. certo , ne parliamo a gennaio, nel frattempo andiamo in ferie. peccato che le nostre non siano pagate.

    Report

    Rispondi

  • aifide

    01 Dicembre 2011 - 13:01

    Non solo ci hanno portato verso la crisi, ma ora temporeggiano per irdarci i nostri soldi! Invito tutti ad andare a prelevare tutto il denaro depositato nelle banche ed a versarlo in Posta, nelle grandi multinazionali del risparmio (tipo Conto Aarancio). Fuori i nostri soldi!

    Report

    Rispondi

  • Baronedel Carretto

    01 Dicembre 2011 - 12:12

    Adesso si rubano i soldi dei risparmiatori perchè sono arrivati in fondo al barile.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog