Cerca

Ecco la rapina del mattone Prima casa tassata allo 0,4%

Ritorna l'Ici, si chiamerà Imu: una stangata. Gli estimi catastali rivalutati del 60%. Dalla seconda casa l'aliquota sarà dello 0,75-76%

Ecco la rapina del mattone Prima casa tassata allo 0,4%

La pioggia di tasse contenuta nel provvedimento varato dal governo di Mario Monti, come ampiamente preannunciato, si abbatte anche sul mattone. La notizia è stata svelata in conferenza stampa dal ministro per i Rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, che illustrando il pacchetto anti-crisi aveva svelato senza patemi: "C'è un aumento significativo del preliveo tributario sulla casa che ha diverse componenti, una parte rilevante resta nella proprietà dei Comuni, un'altra parte invece viene acquisita dallo Stato. Per i Comuni - ha aggiunto Giarda - l'espansione della loro capacità di prelievo sul patrimonio immobiliare svolge una funzione molto rilevante" poiché si vole realizzare sempre di più "l'autonomia finanziaria dei Comuni".

Le cifre della mazzata - E l'autonomia finanziara dei Comuni verrà finanziata rapinando i proprietari di mattone. Le notizie, per chi possiede immobili, sono pesantissime: gli estimi catastali saranno rivalutati del 60 per cento. La prima casa sarà tassata allo 0,4% con una detrazione di 200 euro. Dalla seconda casa l’aliquota sarà dello 0,75/0,76%, ha poi puntualizzato nel corso della confernza stampa il viceministro dell'Economia, Vittorio Grilli. Il viceministro ha spiegato che con la reintroduzione dell'Imu (questo il nome della nuova Ici, che fu abolita da Silvio Berlusconi) "gli immobili sono tutti tassati". Grilli ha poi spiegato come, a parer suo, per le prime case vi sia stato "un trattamento di favore".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • doblone

    05 Dicembre 2011 - 09:09

    Berlusconi perchè supporta questo governo?

    Report

    Rispondi

  • paolino pierino

    05 Dicembre 2011 - 08:08

    Vista la nuova rapina con destrezza di Mario Monti che, fa il bel gesto di rinunciare alla prebenda da ministro,gli rimangono redditi per altri milioni di euro al mese, per fare queste cazzte non serve essere senatore ne professore basdta un galeotto vista la rapina sulla prima casa mi viene spontaneo un moto di rabbia e di disubbidienza in-civile Perchè come sanno i lazzaroni che si avvicendano al governo per la verità salvo Berlusconi la casa questo stato di merda non l'ha regalata ma ce la siamo sudata con le tante ytasse gia pagate con i sacrifici di una vita finito il mutuo trentennale ci sono le manutenzioni le tasse comunali i passi carrrai le porcate dei sindaci e via dicendo oggi con l''aumento inconcepibile del valore catastale di ci rapinano di nuovo Allora mi domando chi ce lo fa fare di essere cittadini appena appena civili? basta con questa banda di rapinatori vogliamo la secessione via da questa Italia ed Europa di merda cacciamo a legnate questa classe dirigente.

    Report

    Rispondi

  • claude2

    04 Dicembre 2011 - 23:11

    quelli che hanno più case fanno una società, magari iscritta alle isole del canale, alla quale attribuiscono gli immobili, pagano affitto pro quota in un solo alloggio a Milano, e a fine anno il bilancio risulta in rosso per i costi di manutenzione, e magari la villa a Capalbio è risultata sfitta per tutto l'anno? Tasse ? nulla, ovvio. Sono nullatenenti, avrebbero solo il reddito di una società immobliare,peraltro in rosso... E il pirla che ha sudato una vita per il suo allogetto in periferia, che paghi lui, il capitalista...

    Report

    Rispondi

  • giraweb

    04 Dicembre 2011 - 23:11

    Ci rubano le nostre case, frutto di lavoro e sacrifici di una vita. Sono peggio dei comunisti! Tutti quanti, non solo il "Professore" e compagni ma anche il PDL (e i suoi leaders) che lo sostengono. E' uno scandalo!!! Questa manovra UCCIDE L'EDILIZIA, settore che, se rilanciato ed aiutato, potrebbe trainare l'economia e salvare sul serio l'Italia, al contrario di questa manovra che punta solo a salvare le banche. Prevedo e temo che tutte le imprese edili, piccoli muratori in proprio, tecnici quali ingegneri, architetti, geometri e periti che lavorano nell'edilizia finiranno sul lastrico. E' uno schifo e tutti taciono. Ci tolgono le NOSTRE CASE e nessuno si lamenta. D'altronde i banchieri che ci comandano, sebbene nessuno li abbia votati, hanno l'interesse di spostare i capitali dagli immobili alle banche. A loro non interessa rilanciare l'economia e salvare l'Italia ma solo di salvare la banche!!!

    Report

    Rispondi

blog