Cerca

Parla Mario e lo spread si impenna

Titoli di stato senza pace. Prima del sì del Senato il differenziale cala a 480, dopo l'approvazione schizza a 497

Parla Mario e lo spread si impenna

Il Senato discute su Monti e lo spread cala. Parla Monti, passa la fiducia e lo spread si impenna di nuovo. E' il triste destino del premier: ogni suo sforzo rischia di venire annullato dalla speculazione. Prima che il decreto salva Italia ottenesse il sì definitivo di Palazzo Madama, il differenziale tra Btp italiani e Bund tedeschi era sceso a quota 480 con rendimento dei titoli decennali al 6,76 per cento. Dopo aver preso la parola (e ricordato che senza di lui gli italiani sarebbero attesi "da sacrifici ancora maggiori") il premier incassa sì la fiducia ma anche un altro duro colpo dallo spread, che torna ai livelli della mattinata a quota 497 punti, vicinissimo alla soglia critica di 500, con un rendimento al 6,82 per cento.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    28 Dicembre 2011 - 10:10

    condivisi dal PDL, non c'é alternativa al fallimento immediato.

    Report

    Rispondi

  • vgrossi

    23 Dicembre 2011 - 09:09

    viene scritto " E' il triste destino del premier: ogni suo sforzo rischia di venire annullato dalla speculazione. " No, non è la speculazione, sono gli sforzi che, indirizzati all' opposto di dove dovrebbero essere, fanno capire sempre più chiaramente (ce ne fosse bisogno !) ai mercati che stiamo facendo cose assurde e suicide. E voi prestereste soldi (perchè, in fondo, di questo e solo questo si tratta) ad un tizio che evidentemente ha intenzione di lanciarsi dal 30° piano ? Smettiamola con le frottole colorite della speculazione ed affini. Qui si tratta di quattrini veri, e nessuno ama nè rischiarli nè tantomeno buttarli dalla finestra. Francamente non riesco a capire la logica che sta dietro le parole del PdC: autolesionismo, confusione mentale, sogni di onnipotenza ? Qualcuno me lo spieghi, per favore

    Report

    Rispondi

  • enio rossi

    23 Dicembre 2011 - 08:08

    Vedete, questo sig. Monti ci deprime con imposte e tasse e ci trascina alla recessione nera, ma questo cavolo di spread non scende affatto. Per favore chi può (Camusso o Berlusca?) lo cacci subito. Prima che la gente si muova e succedano cose irreparabili...

    Report

    Rispondi

  • paolino pierino

    22 Dicembre 2011 - 21:09

    Quando lo capiranno gli italiani coglioni cheMonti voluto dal ribaltonista antidemocratico nazi sovietico comunista pure molto bugiardo Napolitano è solo un massone e un'emerito testa di czz???????

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog