Cerca

La giungla dei titoli di Stato Breve guida all'investimento

Tra Bot, Btp, Ctz, Cct e crisi del debito oggi è difficile orientarsi. Quali sono le cedole più sicure tra quelle che il Tesoro offrirà nelle prossime aste?

La giungla dei titoli di Stato  Breve guida all'investimento

Bot, Btp, Ctz, Cct, aste, rendimenti, rischio default: una giungla all'interno della quale è difficile orientarsi quando la crisi del debito continua a mordere e l'Eurozona deve ancora fare i conti con la possibilità del collasso, con una moneta unica sempre più debole. Quali sono gli investimenti migliori tra quelli proposti dal Tesoro e in che cosa consistono? Ecco una breve guida per chi volesse investire nelle cedole.

Buono ordinario del Tesoro - Il Bot è un titolo senza cedola, scadenza non superiore a un anno. Il rendimento è dato dalla differenza tra il valore di rimborso e il przzo di emissione. I rendimenti di Bot e Btp non erano sopra al 6% dal 1997, ma nell'ultima recente asta il rendimento si è dimezzato, al 3,25 per cento. Si tratta di un investimento sicuro: anche se è difficile ipotizzare un crac dell'Italia, la durata dei titoli è talmente breve da essere una garanzia per ogni investitore.

Certificati di credito del Tesoro
- I Cct sono titoli a tasso variabile con durata di sette anni e cedole semestrali. Sono legati al rendimento dei Bot a sei mesi più una maggiorazione. Considerati fino a poco tempo fa un aggiornamento blindato (gli aggiornamenti dei tassi allineavano sostanzialmente i rendimenti a quelli del mercato), negli ultimi mesi, con l'enorme tensione sul debito, hanno cominciato a perdere appeal poiché a muovere il mercato non sono state le variazioni attese nei tassi internazionali, ma piuttosto il rischio emittente. Il rendimento dei Cct è salito al 7,42% rispetto al 4,52% dell'asta precedente, anche poiché non beneficiano dell'azione di sostegno della Bce.

Buoni poliennali del Tesoro - I Btp sono titoli a medio-lungo termine con cedola fissa pagata semestralmente. Nel 2011 i Btp hanno vissuto un anno difficile, con i rendimenti arrivati anche al 7,56% (il 6,98% nell'ultima asta di giovedì 29 dicembre). Se si ha buona propensione al rischio e non si hanno problemi di liquidità nel medio termine i Btp oggi rappresentano un occasione di guadagno. Essendo titoli a cedola fissa, rappresentano una buona occasione poiché nel breve periodo non ci si aspetta un rialzo dei tassi.

Certificati del Tesoro zero coupon - I Ctz sono titoli a 24 mesi privi di cedole: la remunerazione è determinata dal solo scarto di emissione (differenza tra il valore nominale e il prezzo corrisposto al momento dell'acquisto). A incidere sulle quotazioni dei Ctz l'affidabilità che il mercato ripone nell'emittente e le aspettative sull'andamento dei tassi di mercato. Oggi il tasso è storicamente buono, ma comprarli potrebbe non essere un buon affare per le nuove tensioni sul debito che fanno salire i tassi e perché, nel caso la crisi rientrasse, le pressioni inflazionistiche potrebbero spingere al rialzo i tassi e rendere meno forte il vecchio Ctz.

Btp€i - I Buoni del Tesoro poliennali indicizzati all'inflazione europea forniscono garanzie all'investitore sull'aumento dei prezzi: cedole e capitale rimborsato a scadenza sono rivalutati sulla base dell'inflazione dell'area euro. I titoli garantiscono la restituzione del capitale anche nel caso di scenario deflattivo; le scadenze sono a cinque, dieci, quindici e trent'anni. Il punto critico - default a parte - sta nel fatto che se il tasso di inflazione in Italia supera quello medio per l'area euro la protezione per l'investitore italiano diventa parziale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • uycas

    31 Dicembre 2011 - 12:12

    Ci sono diversi errori. Il Ctz ed il Bot più i tassi crescono più sono convenienti, aumenta in misura molto limitata il rischio di insolvenza. I btp convengono solo se il tasso delle cedole è alto ed il prezzo di acquisto al Telquel o al corso secco sono sotto 100, ed i giorni prossimi alla scadenza della cedola sono molti, altrimenti non rendono molto. Inoltre se aumentano i tassi di interesse non aumentano con i btp, in quanto sono a tasso fisso. Bot CTZ e CCT variano con il variare del tasso.

    Report

    Rispondi

blog