Cerca

Auto, mercato in picchiata: nel 2011 Fiat perde il 13,8%

Complessivamente le immatricolazioni in calo del 15,30%. Dicembre, il Lingotto lascia il 19,8%. Estere, Ford la migliore

Auto, mercato in picchiata: nel 2011 Fiat perde il 13,8%

Forte contrazione del mercato dell'auto italiano nel 2011, in calo del 10,88%: 1.748.143 le immatricolazioni contro le 1.961.579 dell'anno precedente. A dicembre il calo si è attestato al 15,30 per cento, con 111.211 immatricolazioni rispetto alle 131.298 del dicembre dell'anno precedente. I dati sono stati resi noti dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il crollo di Fiat - Pesanti i passivi per Fiat. Il gruppo, Chrysler compresa, ha immatricoato in tutto il 2011 514.659 vetture. Per il Lingotto la flessione in termini percentuali è stata del 13,8 per cento. Nel mese di dicembre per il gruppo di Torino il calo è stato del 19,8% rispetto al 2010: immatricolate 31.703 vetture. Tra i marchi esteri in Italia primeggia Ford con 146.764 immatricolazioni, nonostante il pesante calo rispetto al 2010, pari a 19,54 punti percentuali. Al secondo posto Volkswagen con 138.770 pezzi (incremento dell'1,67%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fatti neri

    03 Gennaio 2012 - 22:10

    tra automobili e vestiario non si capisce che si pretende: ma se gli italiani sono più o meno gli stessi che invecchiano...quante volte si dovrebbero cambiare o ogni quanto tempo lauto dovrebbero sostituirla? cercassero acquirenti tra i milioni di immigrati presenti no? a loro serve tutto.....il lavoro per primo... ma se non ne abbiamo per noi?pulizia grazie..poi si compra, quando il lavoro e il reddito lo daranno a chi lo rispende,,,questi mandano tutto in patria...a noi lasciano le cacche e i danni. fatti neri

    Report

    Rispondi

  • wall

    03 Gennaio 2012 - 20:08

    carissima fiat nel vero senso della parola espressa in euro...............se queste macchine sono costruite dai robot che non versano nessun contributo inps nessun contributo asl nessun contributo irpef comunale e regionale..che cosa aspettate ad abbassare i prezzi per venderle??Allora mettete la gente a lavorareeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!! Cosi tutta la comunita' ne beneficia per la loro contribuzione!!!!!!!!e voi venderete più macchine.

    Report

    Rispondi

  • pegaso1048

    03 Gennaio 2012 - 15:03

    Lei sa ALMENO CHI ha progettato il sistema d'iniezione adottato da tutte le auto Diesel comprese le osannate e tristi auto teutoniche? Prima di parlare si dovrebbe valutare bene le cose e non sproloquiare per simpatia o antipatie varie. In questo modo si fa solo del male all'Italia tutta!

    Report

    Rispondi

  • pegaso1048

    03 Gennaio 2012 - 15:03

    Possibile che la FIAT sia apprezzata all'estero e dia dividendi agli azionisti e qui venga sempre e comunque denigrata? Ho sempre avuto auto nazionali e mi sono sempre trovato bene; non cambio l'attuale solo per non dare all'erario vampiro il 21% di IVA!!! Marchionne, finalmente uno che non si intrallazzato con sindacati e politicanti, dovrebbe chiudere baracca e burattini?! Allora si che gl'italiani orgogliosi e possessori di " bidoni " esteri si straccerebbero le vesti!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog