Cerca

Piazza Affari in rosso, spread a 531

Milano peggiore tra le borse europee: fallita l'operazione rimbalzo. Unicredit sempre da incubo anche con l'aumento di capitale

Piazza Affari in rosso, spread a 531

Operazione rimbalzo fallita: dopo una mattinata prudente unpo' in tutta Europa, con le borse in segno rosso, Piazza Affari non riesce a migliorare la situazione: nell'ultima ora l'indice Ftse Mib ha peggiorato il proprio andamento toccando il 1,67% a 14.401 punti, mentre l'Ftse All Share segna un ribasso dell'1,87%, a quota 15.236 punti.

Caduta Unicredit - Continua la caduta libera di Unicredit (-12,081%, a 2,28 euro ad azione) nel primo giorno di aumento di capitale. Peggio ha fatto Mps: maglia nera tra quelli a elevata capitalizzazione, ha concluso con un calo del 14,39% a 0,19 euro con una pioggia di vendite anche per i timori del mercato di una possibile ricapitalizzazione. Mediobanca ha ceduto il 6,87%, Banco popolare il 5,36%, Bpm il 3,25% e anche Intesa SanPaolo, che per lunga parte della seduta ha viaggiato in positivo, alla fine è stata trascinata al ribasso, in perdita del 3,17%. Si è 'salvata' solo Mediolanum, in crescita dello 0,94%.

Spread a 531 - L'attenzione però è anche sui titoli di stato. Lo spread tra Btp decennale italiano e Bund tedesco ha chiuso a quota 531, con un rendimento in rialzo al 7,16 per cento. Dopo l'apertura a 526, il differenziale aveva toccato un massimo 531 e si era quindi assestato a un'ora dalla chiusura intorno ai 520 prima dell'impennata finale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    09 Gennaio 2012 - 19:07

    i balordi anti Berlusconiani ogni giorno ragliavano che lo SPREAD in ascesa era solo colpa di SILVIO, ora che lui non c`e `piu`la colpa di chi e`?. Vergogna , vergogna gente di malafede.

    Report

    Rispondi

  • aifide

    09 Gennaio 2012 - 19:07

    Berlusconi la causa di tutti i mali e che lo spread sarebbe sceso di 300 punti dopo le sue dimissioni forzate ecca servita su un piatto d'argento la smentita alle loro illazioni diffamatorie!

    Report

    Rispondi

  • ninoscollo

    09 Gennaio 2012 - 18:06

    Cosa speravate? La bacchetta magica? I sinistrosi tengono duro nel dire che il signore con il loden verde è la provvdenza, ma durerà poco j'infatuzione. Borsa giù, spread costantemente sopra i 500, titoli pubbòlici decennali al 7%. I tecnici tirano il collo all'economia, vivendo un momento magico visto che PD e PDL sono costretti a sostenerli. Ora è di moda la Robin tax; naturalmente non si parla d'altro solo ed esclusivamente di tasse. Fino a quando? C'è ancora da tirare, finchè la corda non si spezza. Poi? NINO

    Report

    Rispondi

  • antikomunista10

    09 Gennaio 2012 - 17:05

    la borsa di Milano perde pochissimo (neanche il 2 %) rispetto alla situazione delle società quotate (quasi tutte fallite con perdite maggiori di un terzo del capitale) è un tenuta insensata e non è per niente positiva. La stato italiano è in bancarotta, tutti sanno che non è più salvabile ed che i suoi titoli spazzatura non verranno rimborsati, se non in minima parte, eppure lo spread si tiene ben lontano dal suo valore vero (circa 3.300 b.p. dal bund) oscillando nella forchetta 500-700 b.p.) del tutto irreale. E' un miracolo, strano e non positivo : tutti gli economisti sanno che più si aspetta peggio sarà. Ed allora temo che la politica europea di oggi giochi davvero sporco contro di noi. Bisogna dichiarare bancarotta subito e far fallire subito banche e industrie, poi, ripuliti, si potrà ripartire con qualche speranza di successo. Il caso Argentina insegni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog