Cerca

Video Bechis: Vi spiego quale mazzata attende gli italiani

Il vicedirettore a LiberoTv sull'accordo Ue: "Regole insostenibili per noi, prelievo forzoso per 30 anni. Lacrime e sangue"

20
Video Bechis: Vi spiego quale mazzata attende gli italiani

Approvato il nuovo patto Ue, che sarà a 25 e non 27. Perse per strada Gran Bretagna e Repubblica Ceca. Regole insostenibili per l'Italia, ma non ci sono sanzioni per chi le viola e la faremo franca. Però circolano piani segreti sul debito pubblico italiano da fare accapponare la pelle. Come un prelievo forzoso per 30 anni che metterebbe in ginocchio 24 milioni di contribuenti e intere generazioni a cui viene tolta la speranza.

 

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • metallurgico

    27 Marzo 2012 - 18:06

    il suo ragionamento e' assolutamente giusto, solo che trascura un piccolo particolare ma di fondamentale importanza. Il lavoratore autonomo che lei accusa di pagare soltanto a parole, in verita' egli paga per lei il suo 68,8% di tasse in quanto le stesse sono generate anche dal suo impegno di impresario e dalla sua impresa con tutti i problemi di una crisi che riduce molto i margini, aumenta la concorrenza i costi ed i rischi d'impresa compresi i mancati pagamenti dei clienti ecc. ecc.. Tutto questo aspetto dell'impresa non tocca minimamente chi lavora con uno stipendio garantito tutti i mesi perche' alla fine dell'orario di lavoro si stacca la spina e via. Una piccola impresa si sostiene con i ricavi della tariffa della manodopera e dal costo orario stabilito dalla camera di commercio tariffa composta appunto dai costi dello stipendio piu' le tasse che lei paga per l'appunto con i soldi generati dalla tariffa oraria che tolte tutte le spese all' impresa rimane ben poco

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    03 Febbraio 2012 - 21:09

    Talmente segreti che li si apprendono in gabinetto (ministeriale, s'intende)

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    03 Febbraio 2012 - 21:09

    Perché devi spiegare quello che hai saputo da uno cui l'ha spiegato chi l'ha appreso da un altro'''spiegatore''. Vi spiego, vi spiego. Il detto popolare afferma ' mi spiego ma non mi spezzo' (o quasi)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media