Cerca

Attenzione al sindaco spione Farà cassa sugli evasori

Intesa col governo: alle casse comunali il 100% del gettito recuperato grazie alle segnalazioni effettuate dai primi cittadini sospettosi

Attenzione al sindaco spione Farà cassa sugli evasori

Occhio al sindaco. Da venerdì 3 febbraio i Comuni hanno stretto un'intesa con il governo per la lotta all'evasione fiscale. La sostanza: il primo cittadino che contribuisce a pizzicare un furbetto porterà un bel tesoretto nelle casse del Comune. Una novità? Sì. Perché fino a ieri c'erano dei Comuni (600) che avevano stipulato un patto con l'Agenzia delle Entrate per combattere l'evasione, ma era su base volontaria e il premio per il Comune equivaleva al 30% delle somme recuperate. Oggi cambia tutto: ogni città e cittadina potrà segnalare gli evasori e, fino al 2014, nelle casse del Comune entrerà il 100% del gettito recuperato. Un incentivo succulento.

Il Grande Fratello fiscale - L'evasore ha un nuovo nemico, il Sindaco, i cui sospetti potrebbero essere destati anche da un semplice giaccone, da una pelliccia, da un gioiello troppo vistoso. E il primo cittadino, con un semplice clic su un computer, può risalire a tutti i dati del contribuente: dichiarazioni dei redditi, gli atti nelle Conservatorie dei Registri immobiliari, atti di accertamento per omessi pagamenti, bollette, contratti di affitto, bonifici bancari, etc. Se il primo cittadino vi pizzicherà a bordo di una macchina a suo parere un po' troppo costosa per le vostre tasche potrà controllare in un battere di ciglio la vostra dichiarazione Irpef. Verranno poi incrociati i dati del Siatel (Sistema Interscambio Anagrafe Tributaria Enti Locali) con quelli del Sistrel (Sistema Interscambio del Territorio) per otterenere tutte le informazioni: pagamenti della Tarsu, anagrafe, multe, dichiarazioni di inizio attività e lavori. Quindi lo step successivo: una volta che il sindaco avvia una segnalazione, l'Agenzia delle Entrate potrà verificare il vostro conto in banca, i movimenti, gli acquisti superiori a 2.500 euro.

Avvertiti i furbetti - Benvenuti insomma nell'epoca del Grande Fratello fiscale. A Serpico (il supercomputer che incrocia tutti i nostri dati), all'Agenzia delle Entrate e ad Equitalia si aggiunge anche il Sindaco. Se i primi cittadini vorranno davvero collaborare (e il super-premio al 100% per le casse del Comune è sicuramente un incentivo succulento) diverrà impossibile camuffare, per esempio, "la cessione di terreni edificabili con la compravendita di un rudere inagibile senza pagare le plusvalenze", spiega il Corriere della Sera. E anche l'apertura di un bed&breakfast dentro le mura di casa potrebbe diventare una una scelta rischiosa. La prospettiva di fare la spia per fare cassa spingerà i Sindaci ad allargare l'orizzonte dei loro controlli. Tutti i furbetti sono stati avvertiti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    07 Febbraio 2012 - 12:12

    chi è in regola non ha nulla da temere.

    Report

    Rispondi

  • pitecantropo

    06 Febbraio 2012 - 09:09

    denunce tra poveri invece di denunciare che le trattenute fiscali sono enormi

    Report

    Rispondi

  • brunom

    06 Febbraio 2012 - 07:07

    in altri paesi le varie amministrazioni si scambiano le informazioni perche' hanno accesso alla database comune. Evadere le tasse in altri paesi e' un crimine che comporta sanzioni severe e non ci sono tante possibilita' di negoziato. Invece bisogna protestare per portare la spesa pubblica e il costo della pubblica amministrazione sotto controllo, questo e' il vero problema, aumentare le entrate senza ridurre le uscite e' un'impresa vana.

    Report

    Rispondi

  • Song

    05 Febbraio 2012 - 18:06

    In effetti intendevo 1ooo Euro solo per l'appartamento da prendere in affitto, per cui un servizio solo e per cui una transazione unica ovvero un pagamento unico (i miei figli non hanno Carta di Credito come pure mia moglie). E se faccio in Hotel prenotazioni separate rischi che io e mia moglie siamo in un albergo e i miei figli in un altro. L'azienda di un mio amico di Pordenone sta facendo diventare la sede di Pordenone solo una filiale e vogliono portare casa madre in Svizzera (negli intenti o cosi mi e' stto detto da lui), mentre tanti (in friuli) stanno cercandospostare residenza in Austria che nonostante la Regione speciale non gli conviene comunque piu.. Non ho niente da nascondere ma mi da fastidio mi si guardi dentro al buco del c.... Bene, come qualcuno ha detto: ATTENTI CHE CHI DENUNCIA VIENE ALLA FINE DENUNCIATO. E se qualcuno sbaglia a denunciare dovra' pagare lui, e sindaco compreso, per calunnia. Bel sistema volete mettere in piedi.Solo odio e tutti contro tutti.Bravi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog