Cerca

Nuovo record per la benzina "Speculazione sulla neve"

Il nuovo rincaro è una stangata da 204 euro ad automobilista ogni anno. Codacons: il governo invia la Finanza ai distributori

Nuovo record  per la benzina "Speculazione sulla neve"

 La benzina è schizzata sopra quota 1,8 euro al litro. Secondo i prezzi riportati dal giornale online Staffetta Quotidiana, Tamoil ha ritoccato il costo alla pompa della verde al rialzo di 1,5 centesimi portandolo al massimo di 1,801 euro al litro. Inoltre, hanno applicato aumenti Esso (+0,3 centesimi a 1,775 euro al litro) e TotalErg (+1 centesimo a 1,794 euro). Rincari anche per il diesel. Il gasolio è cresciuto nei gestori a marchio Esso (+0,1 centesimi a 1,731 euro al litro), Ip (+1 centesimo a 1,733 euro), Tamoil (+1,5 centesimi a 1,735 euro) e TotalErg (+1 centesimo a 1,739 euro).

I rincari di benzina e gasolio rappresentano la "ennesima speculazione da maltempo a danno degli automobilisti che non trova certo giustificazione rispetto all'andamento del petrolio". E' quanto scrive il Codacons in una nota. "Il nuovo record raggiunto dai carburanti in Italia - spiega il presidente Carlo Rienzi - determina una stangata pari a +204 euro ad automobilista su base annua, cifra destinata a crescere se i listini alla pompa dovessero proseguire la folle salita. Per questo chiediamo al governo di inviare la guardia di finanza presso i distributori di benzina di tutta Italia, al fine di accertare se vi siano stati rialzi dei listini ingiustificati e puramente speculativi". L'associazione, "in nome della trasparenza del prezzo", chiede oggi nuovi provvedimenti da parte dell'esecutivo, come "l'eliminazione dei millesimi dai listini e la creazione di un apposito sito internet attraverso il quale i benzinai siano tenuti a comunicare giornalmente il prezzo applicato ed il consumatore, inserendo il nome del Comune, possa verificare tutti i listini praticati in quel giorno nella propria zona e scegliere il distributore più conveniente".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400