Cerca

Una lista nera dei "furbetti" per chi non dà lo scontrino

Nel decreto semplificazione fiscale elenco di "contribuenti da sottoporre a particolari controlli. Multe sestuplicate per chi porta soldi all'estero

Una lista nera dei "furbetti" per chi non dà lo scontrino

Il varo del decreto sulla semplificazione fiscale si avvicina. E il documento allo studio del governo di arricchisce di nuovi contenuti. Quello che fa più scalpore è sicuramente l'idea di una "lista nera" dei sospetti evasori da sottoporre a controlli particolarmente frequenti e approfonditi (compreso l'accesso ai conti correnti bancari), nella quale finirebbero in primis i commercianti sorpresi nei controlli di questi mesi a non dare lo scontrino fiscale ai clienti. Oltre, naturalmente, a tutti i contribuenti "pizzicati" in infrazione dall'amministrazione tributaria.

Una vera e propria stangata attende chi esporta illegalmente (cioè oltre diecimila euro, a meno che non si comunichi al fisco la necessità di portare oltre confine una somma superiore) capitali all'estero.  In queti mesi le dogane stanno registrando un aumento dei sequestri di valuta alle frontiere: così, il governo è pronto a inasprire, fino a renderle sei volte quelle di oggi le sanzioni a carico dei responsabili, facendo cadere tutte le attenuanti oggi previste per le infiltrazioni inferiori ai 250mila euro e in caso di mancata reiterazione del reato.

Altro capitolo del deceto gli sgravi sull'Imu, l'imposta sugli immobili che sostiuisce l'Ici: Lo "sconto" forfettario di 200 euro (più 50 per ogni figlio) si applicherà a un solo immobile per ciascuna famiglia.  Nuova stretta in vista per le compensazioni Iva da parte dei ontribuenti, con la riduzione da 10 a 5mila euro del limite entro il quale le compensazioni possono essere effettuate senza comunicazione telematica all'Agenzia delle Entrate. I commercianti non dovranno più segnalare telematicamente al fisco gli acquisti superiori a 3mila euro eseguiti dai privati. L'obbligo sarà però sostituito dalla presentazione dell'elenco dei clienti e dei fornitori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • indignata.it

    19 Febbraio 2012 - 09:09

    Ho conosciuto GRANDI esercizi commerciali che non sprecavano neanche il solito bigliettino,per indicare l'importo da pagare,lo dicevano semplicemente a voce!UNA VERA VERGOGNA!!Vorrei, spendere una parola riguardo agli ambulanti.Quelli con una regolare licenza,pagano per esporre la merce, fanno lo scontrino, e DEVONO lasciare il posto pulito. Poi ci sono i furbi,che si mettono nelle vicinanze,quasi sempre extracomunitari,che non pagano nulla ,vendono come gli altri,e quando vanno via lasciano un mer@aio !! i vigili fanno finta di niente !Ho assistito a delle aspre polemiche tra loro,e non è assolutamente giusto lasciare che se la vedano tra loro!!E' concorrenza sleale ,e per una questione di equità, si deve porre rimedio! BASTA merce contrafatta esposta nei marciapiedi, che ostacola il passaggio, BASTA qualsiasi irregolarità !!!!

    Report

    Rispondi

  • maupi55

    18 Febbraio 2012 - 20:08

    Le multe per omesso scontrino fiscale fanno ridere i polli! Bisogna appioppare una "sberla" da 10.ooo Euro e se l'esercente viene beccato una seconda volta gli si rifilano 50.000 Euro e la chiusura dell'esercizio per 6 mesi! Ma medici, dentisti, fisioterapisti, ecc. non li controlla nessuno?

    Report

    Rispondi

  • laghee

    18 Febbraio 2012 - 15:03

    in prima fila dovranno apparire i nomi di tutti i taxisti italiani !

    Report

    Rispondi

  • alvit

    18 Febbraio 2012 - 14:02

    Nella terronia gli elenchi verranno compilati o basta pubblicare gli elenchi telefonici?Controllare la terronia, vuol dire dare lavoro a migliaia di GdF, ci sarà un incremento mostruoso, basta ne vietino la partecipazione ai sudisti, altrimenti ci si ricascherebbe nuovamente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog